Connect
To Top

Javier Bardem: il suo Pablo Escobar spaventa la moglie Penelope Cruz

Intanto “Loving Pablo” fa discutere a Venezia

“Loving Pablo” è il nuovo film presentato a Venezia che vede protagonisti la coppia Penelope Cruz e Javier Bardem (compagni anche nella vita reale). Bardem interpreta Pablo Escobar, il boss del narcotraffico colombiano, mentre Penelope Cruz interpreta Virginia Vallejo, giornalista e amante di Escobar per un certo periodo della sua vita. Il film è tratto proprio dal libro scritto dalla giornalista “Loving Pablo, Hating Escobar”.

Bardem, particolarmente ossessionato dal personaggio di Escbar, ha avuto una trasformazione impressionante sia dal punto di vista psicologico che dal punto di vista fisico, aumentando il suo peso di circa 20 chili. Queste le parole di Bardem riportate dall’Ansa: “Mi interessava capire la sua personalità, quella contraddizione per cui era un padre amorosissimo e ha fatto piangere centinaia di altri padri. Trasformarmi anche fisicamente in lui era importante per vivere il personaggio ma non l’ho mai portato fuori dal set, non era certo un piacere essere Escobar”.

Ecco il nuovo film sulla cecità con Valeria Golino | LEGGI

L’attore ha anche cercato di attualizzare le vicende raccontate nel film: “Escobar si è circondato di personaggi dell’alta società, dava feste continuamente e tutto il glamour che stava attorno al narcotraffico deve far riflettere ancora oggi, bisogna sapere chi sosteniamo e chi frequentiamo. Come la Colombia oggi è il Messico ad essere dominato dai narcotrafficanti”.

Roberto Saviano: ecco il suo “Kings of crime” | LEGGI

La trasformazione ha spaventato anche la moglie che non vedeva l’ora di terminare le riprese del film: “Javier mi spaventava, aveva una energia così brutta, aggressiva, essere così dentro il suo personaggio mi aiutava ma poi a casa mi dava nausea. Dopo 4 settimane di riprese non vedevo l’ora di finire il film, non vedevo Javier ma Pablo e mi spaventava nonostante sapessi che era il trucco”.

Mattia Landoni



Articoli simili in Cinema