Connect
To Top

Milena Gabanelli rifiuta l’offerta della Rai e si autosospende

La Gabanelli ha ritenuto le proposte non adeguate

L’ex- conduttrice di “Report” Milena Gabanelli ha declinato la proposta che l’avrebbe fatta diventare condirettrice di Rainews24 con delega allo sviluppo del web e del data journalism. Queste le sue dichiarazioni rilasciate al Corriere: “Non me la sento di mettere la faccia su un prodotto che non firmo”.

L’offerta non è affatto piaciuta alla Gabanelli, soprattutto in confronto alla proposta iniziale e cioè rilanciare la parte web della Rai attraverso l’unificazione in un unico sito che avrebbe dovuto avere il nome di Rai24.it. La Gabanelli ha infatti continuato: “Sembrerà strano, ma la Rai, al contrario di tutte le tv del mondo, ha molti telegiornali, ma non ha un portale di news online organizzato in modo da valorizzare il lavoro dei suoi 1600 giornalisti sul web”.

Ecco “Kings of crime”, il nuovo programma di Roberto Saviano | LEGGI

Ed ha aggiunto: “La concessione dice che deve colmare il gap digitale, poiché una grande fetta di popolazione non si informa più attraverso i canali tradizionali, e ad oggi è completamente esclusa dal servizio pubblico pur pagando il canone. Un fatto gravissimo di cui sia l’azienda che la commissione di Vigilanza sono consapevoli. Il mio incarico era di preparare le condizioni per poter mettere tutti i 1.600 giornalisti Rai (a partire dai corrispondenti esteri e regionali) in condizione di anticipare le notizie sull’online e fornire contenuti realizzati ed informazioni di cui sono depositari, e che, per ragioni di spazio, non possono essere condensate nei telegiornali”.

Luca e Paolo conducono “Quelli che il calcio” | LEGGI

La Gabanelli ha proseguito dicendo che secondo lei le testate Rai sono troppe ed ha infine concluso: “A fronte di queste considerazioni, ovvero della certezza di non produrre risultati proporzionali al lavoro svolto, alle aspettative del pubblico ed al ruolo della tv di servizio pubblico ho chiesto oggi al Direttore Generale di concedermi l’aspettativa non retribuita, fino a quando il Cda avrà varato il nuovo piano news e deciso quegli accorpamenti che sarebbero il preludio per il varo di una nuova testata”.



Articoli simili in Televisione