Connect
To Top

Paola Perego si sfoga: “Hanno colpito me per colpire mio marito”

“Avevo un lavoro meraviglioso. Ora ho paura”

Paola Perego torna a sfogarsi pubblicamente dopo la sua “epurazione” dalla Rai per colpa del famoso cartello definito “sessista e razzista” sulle donne dell’Est durante il programma Parliamone sabato. Ai microfoni di Radio 24 spiega: “Hanno colpito me per colpire mio marito Lucio Presta. Questo è sicuro. Era già  successo in passato. Se fossi davvero raccomandata non avrebbero chiuso il programma”.

Paola Perego lavora al suo ritorno in Rai | Leggi

Paola Perego su Radio 24 ospite del programma Nessuna è Perfetta, racconta a Maria Latella i momenti seguiti alla chiusura della trasmissione dopo la polemica relativa al servizio sulle Donne dell’est e i mesi successivi: “Ricordo soprattutto la paura del giudizio della gente, il dolore che si potesse pensare che io fossi contro le donne. Dormivo pochissimo ed ho perso peso”.

Paola Perego sexy in costume da bagno | GUARDA

Le ragioni a monte della chiusura della trasmissione “che oltre a me ha lasciato a casa tante persone, quelle che lavorano dietro le quinte e guadagnano meno degli altri” per la Perego sono chiare: “Hanno colpito me per colpire mio marito Lucio Presta. Questo è sicuro. Era già successo in passato. Se fossi davvero raccomandata non avrebbero chiuso il programma no?”, prosegue la Perego.

Il marito di Paola Perego vuole giustizia | LEGGI

La conduttrice nel 2018 dovrebbe tornare in Rai con un nuovo programma. E non nasconde il timore di farlo: “Penso di non esserne ancora uscita. Tornerò in Rai a gennaio 2018 ma sono terrorizzata all’idea di rivedermi in uno studio tv. Prima pensavo che il mio fosse un lavoro meraviglioso. Mi sentivo miracolata. Mi divertivo. Ora ho paura”.



Articoli simili in Televisione