Connect
To Top

Hugh Hefner: morto a 91 anni il fondatore di Playboy

Indietro1 of 10

Addio al creatore delle ‘conigliette’

Il fondatore di Playboy, Hugh Hefner, è morto mercoledì sera all’età di 91 anni nella sua casa a Los Angeles, la ‘Playboy Mansion’ nei pressi di Beverly Hills, circondato dai suoi familiari. A dare la notizia della sua scomparsa è stata la sua casa editrice, specificandone la morte per cause naturali.

Fondatore di un impero e creatore di un marchio ancora oggi conosciuto ed inconfondibile, Hugh Hefner ridefinì la cultura sessuale attraverso la creazione della rivista Playboy, sfidando all’epoca il puritanesimo americano, e ricevendo numerose critiche. Ma in breve tempo, divenne un colosso dell’industria dell’intrattenimento, popolato dalle ‘playmate’.

Playboy, in copertina conigliette vintage |LEGGI

Il primo numero di Playboy venne pubblicato nel dicembre del 1953, quando Hefner aveva 27 anni: sulla rivista compariva un’esordiente Marylin Monroe senza veli – foto scattate tempo prima – , ricevendo da subito l’approvazione del pubblico. Il periodo d’oro della rivista fu raggiunto tra gli anni ’60 e ’70, toccando un picco di circa 7milioni di copie vendute. Ma Playboy non è stata solo la rivista delle sorridenti ed avvenenti conigliette, un’intuizione fortunatissima di Hefner, in lotta con la sempre crescente concorrenza di un mercato che andava sempre più intensificandosi, riuscendo nonostante ciò a essere la rivista “da uomini” più riuscita al mondo; estese il suo regno alla produzione cinematografica, affermando la propria linea di abbigliamento, aprendo resort e casinò.

 

Hefner si sposò ben quattro volte: nel 1949 Hefner sposò Mildred Williams, da cui ebbe due figli, divorziarono nel 1959. Nel 1988, Hefner mise sua figlia Christie a capo dell’impero di Playboy, incarico che terminò nel 2009. L’anno seguente, sposò la Playmate of the year, Kimberley Conrad, dalla quale divorziò nel 2010. Si sposò infine per ben due volte con Crystal Harris alla quale era tuttora legato.

I contenuti di Playboy diedero spazio sin da subito a vari tipi di intrattenimento: a partire dal 1962, venne inaugurata la Playboy Interview, riportante interviste mensili a personaggi celebri, fra i quali compaiono Cassius Clay, Jimmy Carter, Fidel Castro, Robert De Niro e le più svariate personalità dagli anni ’60 ad oggi.

Playboy ci ripensa, torna il nudo: “Toglierlo è stato un errore” |LEGGI

I contenuti di Playboy diedero spazio sin da subito a vari tipi di intrattenimento: a partire dal 1962, venne inaugurata la Playboy Interview, riportante interviste mensili a personaggi celebri, fra i quali compaiono Cassius Clay, Jimmy Carter, Fidel Castro, Robert De Niro e le più svariate personalità dagli anni ’60 ad oggi.

Rivoluzionario, playboy e filantropo, Hugh Hefner lascia in eredità un impero, grazie ad una sapiente intuizione che è stato in grado di alimentare e che continua a raccogliere consensi, ma anche critiche, conosciuta in ogni parte del mondo. 

Hugh Hefner vende la celebre Playboy Mansion per 100 milioni di $ |LEGGI

Fonte: Playboy

Indietro1 of 10



Articoli simili in Personaggi