Connect
To Top

Festival delle lettere 2017: “Cari cervelli in fuga…”

Un programma di due giorni a Milano, con tanti ospiti ad arricchire il Festival

Il prossimo 14 e 15 ottobre all’Unicredit Pavilion di Piazza Gae Aulenti, a Milano, si svolgerà Festival Delle Lettere, arrivato alla sua dodicesima edizione. Ogni anno il tema proposto dal Festival è differente, da ‘Lettere a un artista’ a ‘Lettere di pancia’, negli anni passati. Saranno presenti tanti ospiti che interverranno durante tutta la durata del Festival. Tra gli altri, Eugenio Finardi, Joan Thiele e Bianco il 14 per la serata di apertura. Nella mattinata di domenica, alle 11.00, prenderà luogo il 1° Incontro Nazionale Live delle “Mamme di cervelli in fuga”, a cui parteciparanno anche, come ospiti d’eccezione, Eleonora Giorgi, raccontando il proprio vissuto, Giancarlo Bloise, interpretando una breve piéce in cui si fondono sentimenti e cucina.

Il tema di quest’edizione è ‘Lettera a un cervello in fuga’: un tema estremamente attuale. Ogni anno infatti, sono migliaia i cervelli che partono in cerca di qualcosa, un riconoscimento, un sogno da realizzare, un’esperienza da raccontare. A volte ci si lascia tutto alle spalle, altre volte ci si allontana per poi tornare. Per alcuni è un sacrificio, per altri invece è un desiderio. A volte la fuga che cerchiamo non ha nulla di fisico, ma è solo l’esigenza di portare i nostri pensieri e il nostro cuore altrove.

Scamarcio dimentica la Golino con una bionda? |LEGGI

Sono tanti i motivi per cui scappare, o desiderare di farlo: lo scopo di questa nuova edizione del Festival delle Lettere è proprio quello di raccontare le storie di chi ha lasciato la propria casa e i propri affetti, di chi – anche solo per pochi attimi – abbandona i propri panni per cercare un futuro migliore, una situazione più confortevole altrove, ma anche le emozioni e le sensazioni delle famiglie e degli amici che hanno un proprio caro lontano. L’obiettivo è quello di riempire ogni forma di distanza, fisica, culturale, temporale o sociale attraverso una lettera. Perché una lettera ha il potere unico di unire il passato e il futuro, il grande e il piccolo, il vicino e il lontano.

Foto: UfficioStampa

Kate Winslet: “Mai stata attratta da Leonardo DiCaprio” |LEGGI

Inoltre, sempre nella giornata di domenica, dalle ore 15 alle 16, Omar Fantini, condurrà le premiazioni e le migliori lettere saranno interpretate dagli attori Cecilia Dazzi, Rosario Lisma e Teresa Romagnoli. Sempre nel pomeriggio, le toccanti parole di Giusy Versace, in una lettera che racconta la storia della sua vita, prenderanno forma in un piccolo film a opera di Emanuel Simeoni.

Foto:UfficioStampa

Fabio Fazio, l’ira vegani per l’acquario usato come tavolo |LEGGI

Alle ore 21:00, il Festival si concluderà con “L’esercito delle cose inutili”, un elaborato teatrale autentico ed emozionante ispirato alle pagine dell’omonimo libro di Paola Mastrocola, che sarà anche ospite della serata.  Con intelligente ironia e acuta sensibilità, David Riondino e Rita Pelusio, raccontano e interpretano questa bellissima favola dedicata all’esistenza umana e alle emozioni legate ad ogni età. Una parabola dei giorni nostri in grado di coinvolgere e appassionare, spiegandoci come anche la cosa più inutile possa in realtà scoprirsi indispensabile.

Programma completo su festivaldellelettere.it

Alice Cubeddu



Articoli simili in Lifestyle