Connect
To Top

Asia Argento: denuncio uno stupro e vengo insultata

Scambio di messaggi su twitter con Luxuria e la Lucarelli

Asia Argento è tra le vittime che hanno trovato il coraggio, dopo 20anni, di denunciare Harvey Weinstein, il produttore americano al centro dello scandalo sessuale reso noto grazie all’inchiesta del New York Times, in cui vengono riportate le testimonianze di diverse personalità di Hollywood che lo accusano di avere approfittato di varie attrici nel corso degli anni, in cambio di promesse di lavoro. Il silenzio, durato fino a questo momento, di tutte le donne coinvolte, è dovuto alla paura, come affermato dalle vittime, che Weinstein avrebbe potuto danneggiarle in qualche modo, vista la sua grande influenza.

“Asia Argento avrebbe dovuto dire NO a Weinstein come hanno fatto altre attrici, le donne devono denunciare lo diceva lei a Amore Criminale!”, ha scritto l’ex parlamentare Vladimir Luxuria su Twitter. Poco dopo è arrivata la risposta dell’attrice: “Non posso credere che scrivi una cosa del genere. Evidentemente non sei mai stata violentata, non hai mai provato terrore e vergogna”. Ma Vladimir Luxuria replica che sarebbe bastato un semplice No. “Le tue erano proposte NON forzate. Che delusione Vladimir”, replica, amaramente, Asia Argento.


Weinstein e lo scandalo sessuale: parlano Angelina Jolie e Gwyneth Paltrow |LEGGI

Ma lo scambio di battute al vetriolo tra le due continua, e Luxuria twitta: “Ci hai fatto un film con uno che ti ha violentata? No cara non ci credo non ne avevi bisogno hai talento per poter rifiutare”. “Il film, girato un anno e mezzo dopo la violenza sessuale denunciava il trauma che ho vissuto nei minimi dettagli”, spiega Asia Argento, riferendosi al film ‘Scarlet Diva’, del 2000, di cui lei stessa era regista e che racconta proprio della violenza sessuale da lei subita.

Asia Argento, rivela: “Con Harvey Weinstein è stato un incubo” |LEGGI

Loredana Lecciso contro Romina Power: “Al Bano ama me” |LEGGI

“Chi accetta di fare sesso in cambio di un favore da maggiorenne non è stupro ma altro…” afferma Luxuria. Non solo l’ex parlamentare, ma molti altri sui social esprimono la loro incredulità nei confronti dell’attrice. Selvaggia Lucarelli, in un lungo post su Facebook conclude, “Se tu sei la prima a dire che lo facevi perché la tua carriera non venisse danneggiata, stai ammettendo di esserci andata per ragioni di opportunità. Nessuno ti giudica, Asia Argento. Però ti prego. Paladina delle vittime di molestie, abusi e stupri, anche no.”
Alla fine il tweet di Asia: “Ho denunciato uno stupro e per questo vengo considerata una t***a #inItalia”.

Alice Cubeddu



Articoli simili in Gossip