Connect
To Top

Scamarcio sul caso Weinstein: “Facile parlare col senno di poi”

L’attore accusa i colleghi per le reazioni tardive

La vicenda Weinstein ha avuto grandi ripercussioni anche nel panorama cinematografico italiano. Tanti sono stati gli attori che hanno voluto dire la loro sulla vicenda e tra gli ultimi c’è Riccardo Scamarcio. L’attore, intervenuto nella trasmissione di Rai Radio 1 “Un giorno da pecora”, ha dichiarato: “Della vicenda Weinstein la cosa che mi sembra più triste è che il popolo vuole il sangue e la stampa glielo fornisce”.

Scamarcio, che sta girando il film sulla vita di Silvio Berlusconi diretta da Paolo Sorrentino, ha poi accusato alcuni suoi colleghi con queste parole: “Le reazioni di chi ha preso distanze dai comportamenti di Weinstein, certamente e assolutamente condannabili, in questo momento mi sembrano altrettanto sgradevoli. Ci sono artisti che parlano adesso e che comunque hanno fatto la loro carriera. Col senno di poi possiamo dire quello che vogliamo”.

Foto: PrPhotos

Anche Ben Affleck accusato di molestie | LEGGI

L’attore ha poi cercato di far capire che dietro la maschera del personaggio ci sta pur sempre una persona che in questo momento è in grande difficoltà: “Ora lo stanno massacrando tutti e non si capisce che dietro c’è un uomo che ha una patologia, che si è comportato in maniera deplorevole ma che rimane un esser umano. Ora massacrarlo come sta facendo il New York Times, che si erge a beniamino della giustizia…”.

Cara Delevingne accusa Harvey Weinstein di molestie sessuali | LEGGI

Riccardo Scamarcio ha chiuso l’intervista parlando proprio del suo nuovo film “Loro”: “Io faccio un personaggio di provincia che cerca di arrivare proprio a lui. Adesso stiamo girando in Toscana e siamo oltre la metà del film”. Scamarcio è estasiato dal nuovo film, tanto da confessare: “È bellissimo. Sorrentino ha uno sguardo sempre particolare, le dinamiche nella scena sembrano semplici, ma lui le filma in un modo unico”.

Lando Mattioni



Articoli simili in Gossip