Connect
To Top

Cuochi d’Italia: Alessandro Borghese nel nuovo cooking show

“Ritorniamo alle origini con la cucina regionale”

Al via dal 13 novembre, in prima tv assoluta su TV8, il nuovo format originale “Cuochi d’Italia”, la sfida culinaria dell’autunno capitanata dallo chef Alessandro Borghese. Al suo fianco, nel ruolo di giudici, gli chef Cristiano Tomei e Gennaro Esposito. I concorrenti sono 20 cuochi professionisti – provenienti ciascuno da una diversa regione del Belpaese – che a colpi di piatti tipici e ingredienti tradizionali si contendono il titolo di Miglior Cuoco Regionale d’Italia. I sapori regionali sono una delle principali ricchezze del nostro paese: per questo i giudici premieranno il rispetto della tradizione nei singoli piatti cucinati dai concorrenti.

Il programma ha l’obiettivo di valorizzare la cucina italiana in generale, e soprattutto dare spazio alle regioni meno rinomate dal punto di vista culinario. Gli stessi giudici, infatti, avranno modo di scoprire nuove ricette e combinazioni di ingredienti da parte dei concorrenti. Siamo stati sul set del programma, a Cologno Monzese e abbiamo parlato con Alessandro Borghese: “Un percorso per poter conoscere la cucina regionale del nostro territorio” racconta lo chef, “parleremo di cucina in maniera approfondita, di prodotti e materie prime… non saremo giudici rigidissimi, la cucina è anche divertimento!”

GF Vip: di nuovo scintille tra Aida e Jeremias | LEGGI

Ufficio Stampa

In ogni puntata due cuochi, rappresentanti di altrettante regioni italiane, si sfidano in una doppia manche. Le prime 10 puntate sono sfide “dirette” di andata e ritorno tra due cuochi, che si danno battaglia prima su un piatto tipico di una regione e poi su quello dell’altra. Nelle successive 5 puntate, ritroviamo i vincitori del primo turno che si sfidano in due manches. Nella prima, il concorrente che “gioca in casa” porta un ingrediente tipico della propria regione, al quale i due giudici Esposito e Tomei aggiungono altri ingredienti a sorpresa che si ritrovano spesso in molte ricette tipiche di quella regione.

Ilary Blasi: arriva il tapiro per il bacio con Signorini | LEGGI

Sky – “Cuochi d’Itaia”.

Nella seconda invece, sarà l’avversario a proporre, con le stesse modalità, un ingrediente simbolo della propria regione di appartenenza. Alla fine, tra eliminazioni e ripescaggi, solo in due accederanno alla finale. Per aggiudicarsi il titolo di “Miglior Cuoco Regionale d’Italia” i due finalisti dovranno presentare alla giuria un menu regionale di due portate, che sappia valorizzare al meglio la tradizione e le materie prime del proprio territorio. Oltre al titolo, il vincitore porterà a casa un premio di diecimila euro in gettoni d’oro. 

Top Chef: chi sarà il vincitore? Domani la finale | LEGGI

Cuochi d’Italia – prodotto da DRY MEDIA per TV8 – andrà in onda da lunedì 13 novembre, dal lunedì al venerdì alle 18.30, per 20 puntate. Così come le più accese sfide sportive, scatenerà le tifoserie delle regioni avversarie in gara. Per tutti la propria cucina è la migliore, ma quale sarà davvero la regina gastronomica tra le regioni d’Italia?

Laura Gabrielli



Articoli simili in Televisione