Connect
To Top

Mariah Carey accusata di molestie e razzismo: “Mi ha violentato”

Parla un ex collaboratore della cantante

Le accuse di molestie sessuali non si placano. Dopo il terremoto causato dalle accuse al produttore americano Harvey Weinstein, la nuova molestatrice sembra essere Mariah Carey. La cantante della celeberrima canzone natalizia “All I wantf for Christmas is you”, è stata infatti accusata da un suo ex bodyguard, Michael Anello. 

A rivelare le indiscrezioni è il magazine americano Tmz. Secondo quanto raccontato dall’uomo, la cantante le avrebbe assegnato il compito di spostare alcune valigie. Fin qui sembra una normale richiesta ad un suo collaboratore salvo che, nel momento in cui l’uomo ha raggiunto la stanza, ha trovato la pop star coperta soltanto da una camicetta trasparente. 

 

Kevin Spacey allontanato dal film di Ridley Scott. Ecco perchè |SCOPRI

Foto: PrPhotos

Elisabetta Gregoraci in crisi con Briatore. Le vacanze da single |SCOPRI

Secondo quanto detto da Micheal Anello, però, le molestie non sono finite. L’uomo racconta infatti di essere stato più volte umiliato in pubblico da Mariah Carey, che lo avrebbe chiamato “nazista” o “membro del Kkk”. Inoltre, l’ex bodyguard sarebbe le avrebbe fatturato oltre 200mila dollari, denaro che però non gli è mai stato corrisposto. Inoltre, la cantante è accusata di penalizzare, in sede di selezione, i collaboratori in base ad un profilo razziale: “Non le piace avere a che fare coi bianchi. Preferisce essere circondata da persone di colore”, dichiara Anello.

Monica Bellucci dice la sua sul caso Weinstein |LEGGI

L’uomo ha già preparato insieme al suo avvocato tutta la documentazione necessaria per procedere con la denuncia. Ma la sua denuncia è stata messa in attesa, perchè pare che tra l’ex collaboratore e la cantante ci sia una negoziazione in corso. Ad ogni modo, Michael non sembra essere soddisfatto della cifra proposta dalla cantante. 

Sara Macchi



Articoli simili in Personaggi