Connect
To Top

Emilio Fede sui casi di molestia: “Non capisco questo piagnisteo”

L’ex direttore del TG 4 commenta i fatti recenti

Gli scandali sessuali si stanno diffondendo in tutto il mondo del cinema. Dopo i vari nomi di attori, produttori e registi americani, ora le accuse di molestie sessuali arrivano anche in Italia (rivolte al regista italiano Fausto Brizzi, ora allontanato anche dalla Warner) e Emilio Fede ha voluto commentare le vicende.

Riguardo le notizie sulle molestie sessuali diffuse recentemente, Emilio Fede ha voluto appunto dire la sua in un’intervista a Radio Cusano Campus. “Non capisco tutto questo piagnisteo, mi risulta che se tu non la vuoi dare non la dai”, ha iniziato Fede, con parole che hanno colpito sicuramente chi sta seguendo le vicende.

Molestie, Morgan contro Asia Argento | SCOPRI

“Questa storia non va bene né per l’uomo, né per le donne. Ormai con una donna non prendo nemmeno l’ascensore, ho paura che vada dai carabinieri a dire che Fede l’ha palpeggiata ed esce l’agenzia in cui io sono indagato. Ma andate a fare in cu*o! Capita più spesso che le donne cerchino di fare sesso con il regista per avere una parte, piuttosto che il contrario”, ha polemizzato l’ex direttore del TG4.

Fausto Brizzi, al centro delle polemiche per le molestie sessuali | LEGGI

Massimo Giletti, polemica: “Il mio programma dava fastidio” | SCOPRI

Emilio Fede ha poi continuato rivolgendosi a Asia Argento, che aveva attaccato Weinstein: “La signora Asia Argento ha fatto il botto, è diventata improvvisamente la paladina di una restaurazione della dignità femminile. Ma la donna ha già la propria dignità. La donna è amata ed è vita. Questa storia quì è diventata una rottura”. L’ex direttore del TG4 ha poi proseguito: “Possiamo sentire anche gli uomini che sono stati stuprati e violentati psicologicamente dalle donne? Guardate che esistono! Io ho sempre rispettato la donna, non ho mai tentato di avere rapporti che non fossero esclusivamente professionali. La donna che ho meno rispettato è stata mia Madre, me ne sono pentito”. 



Articoli simili in Personaggi