Connect
To Top

Michelle Hunziker: “Sarei morta se fossi uscita dalla setta”

La showgirl rivela i dettagli della vita nella setta

Michelle Hunziker è una donna instancabile, tra figli, lavoro e vita amorosa, ma in passato ha attraversato un periodo difficile a causa del suo avvicinamento nel 2003 alla maga Clelia (Giulia Berghella) e alla sua setta. Dopo anni, la showgirl svizzera ha deciso di svelare i dettagli di quei difficili momenti, soffermandosi su ciò che più l’ha influenzata e su chi ha cercato di darle una mano per uscirne.

In un’intervista a F, il settimanale femminile di Cairo Editore, Michelle Hunziker ha dichiarato: “In Italia ci sono 600 psicosette, di cui solo 32 in Lombardia, e la gente ci scivola dentro senza accorgersene”, proseguendo poi: “A un certo punto mi hanno detto che sarei morta se fossi uscita dalla setta. Io però ho maturato un disagio tale che mi sono detta: se il prezzo da pagare è questo, va bene, muoio”. A differenza sua, altra gente famosa della setta non è ancora riuscita a parlarne, perché, a detta della Hunziker, “tanti pensano ancora che se qualcuno riesce a manipolare la tua mente significa che non sei molto intelligente”.

Michelle Hunziker, nuova valletta a Sanremo al fianco di Baglioni? | SCOPRI

 

Foto: Ipa

Fabrizio Frizzi, le prime foto dopo la malattia | SCOPRI

Tra le persone che più l’hanno aiutata a farsi forza c’è stato Antonio Ricci, di cui ha raccontato a F: “Antonio Ricci ha fatto di tutto per aiutarmi: mandava gli inviati di nascosto nello studio di Clelia ma lei è furba, li beccava sempre. A un certo punto Antonio ha capito che per manipolarmi lavoravano per distruggere la mia autostima (…) allora ha iniziato a farmi complimenti per le mie idee, a darmi carta bianca sul lavoro. E io ho cominciato a pensare che forse tanto schifo non facevo”.

Michelle Hunziker: “Molestie? Non solo nello showbiz” | LEGGI

Riguardo invece un tema caldo come la violenza sulle donne,  Michelle Hunziker ha dichiarato: “Credo sia successo a tutte le donne. A me è capitato da ragazzina, anche se non sono caduta nel tranello. Ho perso dei lavori e ho chiuso con molte persone, ma non esiste un motivo valido per stare con un uomo che ti ricatta per il sesso perché diventi corresponsabile”.



Articoli simili in Personaggi