Connect
To Top

Cesare Cremonini, il nuovo album “Possibili Scenari” segna la svolta

Il cantante confessa difficoltà e sogni

Cesare Cremonini sta promuovendo con grande entusiasmo il suo nuovo album “Possibili Scenari”, la cui uscita è prevista per il 24 novembre 2017. Il disco è una vera e propria chiave di svolta per il cantante bolognese, che, a 37 anni d’età e con alle spalle 18 anni di carriera, ha deciso di creare una nuova immagine di sè, “non più da Lunapop, ma da uomo più maturo.

In un’intervista a Vanity Fair, Cesare Cremonini ha rivelato molte vicende del suo lavoro, che spesso hanno influito sulla sua vita privata. Riguardo il nuovo album “Possibili Scenari”, ha infatti confessato: “Finito il tour mi è venuto un attacco di panico in casa, da rilascio di stress, e ho rischiato di rimanerci secco perché l’amico che era con me mi ha messo in bocca il sale anziché lo zucchero…  Alla mia ragazza avevo promesso che mi sarei preso un anno per rilassarmi e dedicarmi al mio “maggese”. Poi, però, ho visto un film che mi ha ispirato e ho cambiato idea: volevo fare un album influente. Così ho detto alla mia ragazza “Vado un attimo in studio”, e non ne sono uscito più. Lei mi odia per questo… infatti non stiamo più insieme”.

Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo: “Non ci siamo mai lasciati” | LEGGI

Foto: Ufficio Stampa

Domenica In, chiusura in arrivo per le Parodi? | LEGGI

Il suo nuovo album segna un cambiamento “umano, artistico, professionale”, reso ancora maggiore dalla sorpresa del nuovo tour 2018, che sarà esclusivamente negli stadi. “I miei amici sono quasi tutti sposati, alcuni al secondo figlio», ha raccontato a Vanity Fair, proseguendo poi ironicamente: “Io per ora penso a fare San Siro, che per me è importante come un figlio”.

Fausto Leali traumatizzato per l’evento spiacevole | SCOPRI

Cantare negli stadi è sempre stato un sogno per Cesare Cremonini e quale migliore occasione se non “Possibili Scenari”, l’album della sua svolta. “Io ho iniziato a fare questo mestiere perché vedevo Freddie Mercury a Wembley: il mio sogno è sempre stato quello di entrare negli stadi. E adesso vorrei godermela perché sono vent’anni che corro”. “Mio padre che a 94 anni si ritroverà a sentire suo figlio al Dall’Ara sarà il momento più bello”, ha poi concluso Cremonini, citando una delle date del suo “Stadi 2018” (15 giugno – Lignano, il 20 giugno – Milano, il 23 giugno – Roma e in chiusura a Bologna – 26 giugno).

Arianna Migliazza



Articoli simili in Musica