Connect
To Top

X Factor, Lorenzo Licitra trionfa. Maneskin: “Niente invidia”

Indietro1 of 6

Le interviste al vincitore e ai finalisti di XF11

“Credo che la vera vittoria sia quella che viene dopo. Non ho paura di sparire o del vuoto dopo X Factor ma piuttosto ho una grande determinazione nel voler lavorare per costruire qualcosa di importante per il mio futuro professionale. Sky ci ha dato i mezzi per poter pensare al nostro futuro professionale e ora dobbiamo sfruttarlo al meglio” spiega così il vincitore di X Factor 2017 in conferenza stampa organizzata nella sede di Sky a Milano.

Lorenzo Licitra dice di non aver dormito un solo minuto nella notte e ammette: “Ancora non ci credo. Né ci credono a casa mia. In puntata vedevo la mia famiglia tra il pubblico a sostenermi ed è stato molto importante per me. Dedico questa vittoria a mio nonno che è venuto a mancare in questi mesi”.

Nonostante la notte insonne si presenta impeccabile e a chi gli chiede se il bell’aspetto può avere influito sulla sua vittoria finale dichiara: “L’eccessiva consapevolezza delle cose la reputo un punto debole, a maggior ragione non do peso al fattore fisico”.Parlando di questo talent Lorenzo Licitra ammette di aver trovato un’amicizia e una affinità di vedute con Enrico Nigiotti: “Lo stimo come persona e come artista, e ci capiamo forse perché siamo della stessa generazione”.
Licitra rivela di sentirsi “depurato” dal mondo dei social dopo due mesi di lontananza forzata dal web: “Non sono però un fanatico. Non amo gli eccessi in niente”. E ora Lorenzo è pronto a ripartire: “Cosa farò ora? Non vedo l’ora di tornare a casa per ricominciare a lavorare”.

X Factor, il vincitore è Lorenzo Licitra |LEGGI

 

I Maneskin al secondo posto

Giunti secondi i Maneskin hanno assaporato l’idea della vittoria, poi per loro è arrivato il secondo piazzamento in questa edizione del talent di Sky. Ma non si dicono delusi: “Quando abbiamo sentito il nome di Lorenzo Licitra siamo stati contenti. Niente gelosie. Per altro è stato tutto così veloce e noi siamo giovanissimi. Manuel Agnelli ci ha solo detto ‘peccato che non abbiate vinto'”.

 

Qualcuno li rimprovera di menarsela un po’ troppo sul palco con un approccio aggressivo e un po’ forte: “Noi facciamo un lavoro enorme, per arrampicarmi sul palo o camminare sui tacchi ho lavorato ore e ore, non c’è nulla di improvvisato. Manuel Agnelli è stata la nostra fortuna è il team di lavoro ci ha messo il turbo. Manuel ci ha insegnato a mantenerci veri e noi siamo veri, tutto quello che abbiamo mostrato sul palco è il nostro essere”. Scherzano sul possibile flirt sentimentale nel gruppo: “Non siamo impegnati… siamo impegnativi”.

Nigiotti, brutta gaffe alla finale |LEGGI

Nigiotti, terzo ammette: “Non sarò forse il vincitore morale ma ho vinto su di me, ho avuto una seconda chance per lavorare e far sentire il mio inedito. Non mi è mai fregato niente della gara, ho sempre cercato di fare il meglio, di fare un percorso da cantautore e di giocare le mie carte dopo averle giocate meno bene quando feci Amici. Questa esperienza mi ha insegnato a non mollare a crederci fino in fondo e a rialzarsi. Questo voglio veicolare al pubblico. A Milano per lavorare? Non posso stare senza il mare. Sono nato davanti al mare, vivo davanti al mare e voglio morire lì. È la mia fonte di ispirazione!”.

Samuel Storm, felicissimo per aver agguantato la finale fa capire che l’Italia è solo una tappa del suo percorso artistico e musicale, ma ammette: “Senza l’Italia non sarei qui adesso. Ora continuerò a scrivere i miei pezzi con tutta la sincerità possibile, questo successo lo dedico a me, ma ovviamente non posso che ringraziare tutti coloro che mi hanno aiutato fin dall’inizio”.

Indietro1 of 6




Articoli simili in Interviste