fbpx
Connect
To Top

Masterchef 7, l’eliminato Stefano: “Barbieri, distaccato nei miei confronti”

Quinta puntata con l’eliminazione di Stefano e Michele

La quinta puntata di Masterchef  7 si è conclusa con un’esterna, al freddo e alla luce della mezzanotte norvegese. I due eliminati, Michele e Stefano hanno abbandonato con amarezza il grembiule. 

La puntata è iniziata con una Mistery Box dedicata ai giudici e ai loro amici a quattro zampe, la prova è stata vinta da Giovanna che ha avuto un grande vantaggio nell’Invention Test, nel quale i concorrenti hanno ricreato i piatti di Valerio, il vincitore di una precedente edizione di Masterchef. Dal titolo “Nella rete”, il risotto ricreato da Stefano viene decretato il peggiore e il concorrente è obbligato a lasciare la cucina. Il ragazzo, amareggiato parla ai microfoni: “Ci sta, è un viaggio con un inizio e una fine. L’ho sfruttata al massimo per quel poco che ho fatto, va bene così”. 

I segreti della chef Klugmann |LEGGI

L’esterna tra i fiordi della Norvegia, ha visto i concorrenti divisi in tre squadre intente a cucinare per i pescatori. I blu perdono la sfida, vengono ripescati dalla squadra gialla e rossa e l’unico non scelto rimane Italo che va diretto al Pressure Test. La seconda prova consiste nel cucinare delle polpette di pesce alle mogli dei pescatori, i gialli perdono e si sfidano nell’ultima prova per rimanere nella cucina di Masterchef. E’ proprio qua Michele fa le scelta sbagliata friggendo lo stoccafisso e risultando così il peggiore: “Consapevole di aver cucinato male, la lunga giornata non ha aiutato. Ho ricevuto una seconda possibilità ma l’ho sfruttata male”. 

Nigiotti conquista il disco di platino |LEGGI

MasterChef 7

Masterchef 7
Foto: Sky

Masterchef 7: Valerio Braschi torna| LEGGI

Masterchef 7, l’eliminato Stefano: “Barbieri, distaccato nei miei confronti”

Stefano, 20 anni, si racconta ai nostri microfoni, con la rabbia e l’amarezza di chi aveva ancora tanto da dare e la felicità di chi è riuscito ad assaporare fino infondo il suo breve ma intenso percorso. “La qualità all’interno della Masterclass è molto alta” e poi parlando dei giudici ammette la sua preferenza per Antonino Cannavacciuolo e racconta alcuni problemi con Barbieri: “Forse Bruno Barbieri è sempre stato un po’ distaccato nei miei confronti. Ho preso diverse sberle all’inizio ma poi è andata un po’ scemando”. 

Come momento più bello Stefano parla della prima prova in esterna: “Non avrei mai scommesso sulla nostra vittoria”, mentre per la parte peggiore ricorda con delusione il momento dell’assaggio del piatto che l’ha fatto uscire dalla cucina di Masterchef Italia: “Era durante l’assaggio che ho capito che quella sera non sarebbe andata bene”. Il ragazzo ha voglia di continuare a crescere nell’ambiente della cucina e di cercare di sperimentare e provare nuovi piatti. La delusione c’è ma non lo fermerà.

 




Articoli simili in Televisione