Connect
To Top

Antonio Ricci contro Baglioni: “Piaceva ai fasci, gli avrei dato fuoco”

Il papà di Striscia interviene duramente sul Festival

Antonio Ricci ha il carisma e la competenza per dare giudizi sui personaggi che affollano il panorama televisivo e lo fa senza alcun fronzolo in modo diretto attaccando artisti anche molto importanti: questa volta è toccato a Claudio Baglioni, conduttore del Festival di Sanremo

“Non lo reggo da sempre, da quando ero ragazzo. Sono cresciuto nel ‘68, gli anni della protesta, gli anni di Tenco e Paoli, di Guccini e De André… poi arriva questa melensa creatura dalla maglietta fina che canta passerotto non andare via. Baglioni era il cantante preferito dei fascisti, dei La Russa e Gasparri. Non lo sopporto. In uno spettacolo dissi anche che gli avrei tirato una molotov. Ora se gli dai fuoco si sparge odore acre di plastica che semina diossina in tutto il Paese”, ha commentato deciso Ricci.

Antonella Clerici, a Domenica In al posto delle sorelle Parodi? |LEGGI

Foto: PrPhotos

 
 
Anche se dice che a lui Sanremo non interessa, perchè “purtroppo il Festival ha perso l’aria torbida che aveva un tempo, è diventato uno spettacolo televisivo”, Ricci è sempre sul pezzo e mena duri fendenti a destra e manca.
 

E la cosa non stupisce per uno come lui che di sè ha detto: “Rompere le scatole è la cosa che so fare meglio, appena vedo la preda mi lecco i baffi da lontano. Non mi fermo nemmeno davanti agli amici. Anzi c’è più gusto, perché ti fa più male chi ti conosce bene”.




Articoli simili in Televisione