Connect
To Top

Masterchef 7, il vincitore Simone: “Non mi aspettavo nemmeno di entrare”

Kateryna e Alberto delusi spiegano il perchè non hanno vinto

Dopo l’ultima puntata di Masterchef 7, andata in onda giovedì 8 marzo, il cui vincitore è stato Simone Scipioni, i tre finalisti si sono raccontati ai microfoni di Rumors.it parlando della loro esperienza all’interno del programma, di quali sono stati i momenti più difficili e quali più emozionanti, delle amicizie che hanno stretto e delle loro intenzioni per quanto riguarda il futuro.

Simone, Kateryna e Alberto, i tre giovanissimi concorrenti rimasti in gara, hanno lottato fino all’ultimo per guadagnarsi il titolo di Masterchef 2018 e vincere il premio finale, ma la vittoria è stata assegnata ad uno solo. Simone sulla sua vittoria afferma: “Non me lo aspettavo, ma non perché pensavo di aver cucinato male. In generale non mi aspettavo né di entrare né di superare le prime prove e di sicuro neppure di arrivare in finale. Da quando sono entrato a quando sono uscito mi sono evoluto grazie a tutte le prove e tutti i consigli ricevuti”. 

 

Masterchef 7: la tradizione di Simone vince su tutto |SCOPRI

Simone vincitore di Masterchef 7 / Foto: Sky

Poi, in riferimento ai momenti della finale che ricorda con più piacere Simone racconta con orgoglio e soddisfazione: “Sicuramente  il duello finale, quando dovevamo cucinare sette piatti con le platesse. Cannavacciuolo e Barbieri sono rimasti senza parole”.  Anche Kateryna, che ha avuto sempre come obbiettivo quello di unire tradizioni culinarie italiane e ucraine, è soddisfatta del suo percorso. Si è resa conto di dover cercare di contenere di più le emozioni: “Mi emoziono spesso soprattutto in riferimento agli ingredienti che mi ricordano mia mamma”. 

Alla domanda cosa non ti ha permesso di arrivare in finale Alberto deluso dal non essere arrivato allo scontro finale confessa: “Quell’uovo un po’ girato non mi ha permesso di arrivare fino in fondo”. Nonostante la voglia di vincere è soddisfatto del suo percorso: “Anche se non ho vinto sono riuscito a battere me stesso. Avevo l’obbiettivo si stupire Barbieri e vincere almeno una Mistery Box e ci sono riuscito”. 

Iginio Massari pronto a domare i pasticceri in erba |LEGGI

I tre concorrenti si esprimono anche sul loro futuro. Simone si è ormai convinto di dover uscire necessariamente dal suo paesino, ma il suo desiderio è quello di aprire entro dieci anni un ristorante proprio lì, a Montecosaro, e nel frattempo il montepremi verrà messo da parte. Anche Alberto ha un forte desiderio di aprire una propria attività, ma in tempi più brevi e soprattutto vorrebbe diventare “Un imprenditore a tutto tondo”, come afferma. Caterina preferisce non pensare per il momento ad una propria attività, ma vuole continuare ad apprendere il più possibile senza fermarsi mai.

Masterchef 7, Simone il vincitore
Foto: Rumors.it

Riguardandosi in Tv tutti e tre i concorrenti affermano di essersi ritrovati appieno in quanto accaduto durante la registrazione delle puntate. Loro sono proprio così come li abbiamo visti. ” E poi arriva la domanda: “C’è qualche talento o caratteristica che vorreste avere e rubereste ai vostri colleghi eliminati in precedenza?”. Alberto, molto sicuro di sè, non prenderebbe niente da nessuno: “Ognuno ha la sua idea di cucina”. Simone confessa: “Vorrei la fantasia di Manuela”. Caterina condivide quanto detto dal vincitore e aggiunge: “Vorrei anche avere la grinta che ha Alberto”.

Pio e Amedeo si prendono a torte in faccia |SCOPRI

Alberto e Caterina – Finalisti Masterchef 7 Foto: Rumors.it

Parlando delle prove in esterna, di quelle più divertenti o faticose, Simone dichiara: “La più faticosa probabilmente è stata quella a Bologna, faceva un caldo terribile! Quella più divertente a parer mio è stata quella all’ex ospedale psichiatrico, era un ambiente molto gioviale”. Ad Alberto sono piaciute molto le prove al ristorante tre stelle Michelin ‘Schauenstein Schloss’ e quella allo Stelvio. Caterina ha invece apprezzato di più la prova a Bologna: “Mi sono divertita un sacco: abbiamo cucinato di fretta, lasciato la cucina un po’ sporca, ma è stata la prima esperienza in cui ho potuto cucinare per così tante persone”.

Federica Domenighini e Martina Pennacchioli




Articoli simili in Interviste