Connect
To Top

Carlo Cracco: il suo ristorante raccontato in un inedito docu-film

‘Cracco Confidential’: lo chef parla della sua esperienza

Carlo Cracco, impegnato nella gestione di ‘Carlo e Camilla in Segheria’, ‘Garage Italia’ e come consulente in un ristorante a Mosca, ha di recente inaugurato il suo nuovo progetto nel cuore di Milano: Cracco in Galleria. Non può mancare quindi il primo docu-film sulla sua nuova esperienza, ma anche su come abbia fatto a raggiungere un così grande successo. Arriva così Cracco Confidential. 

Lo vedremo infatti protagonista di questa ‘serata evento’ a lui stesso dedicata: un viaggio nella storia di un uomo che si è imposto per trovare una sua idea di cucina in continua evoluzione e che non ha mai smesso di credere che i sogni possano avverarsi. “Nell’ultimo anno è successo di tutto: ho accettato nuove sfide e detto addio a persone che amavo. Ho chiuso una pagina della mia vita e ne ho aperta un’altra, forse quella importante… e ovviamente ho cucinato. Solo in cucina sono davvero me stesso. È da lì che è cominciato tutto”, spiega lo chef.

J-Ax: arriva il suo negozio che vende marijuana legale |SCOPRI

 
Carlo Cracco - Presentazione Cracco Confidential

Carlo Cracco – Presentazione ‘Cracco Confidential’ / Foto: Rumors.it

Best Bakery Italia: qual’è l’ultima tappa? |LEGGI

Carlo Cracco svela i suoi segreti più intimi e la sua evoluzione

Ma in cosa consiste ‘Cracco Confidential’? È il docu-film (in onda il 18 aprile su Nove) che racconta com’è nato l’ambizioso progetto di apertura del suo noto ristorante in Galleria Vittorio Emanuele II a Milano inaugurato alcune settimane fa. Seguendo i progressi del recupero del locale di oltre mille metri quadri e le sue avveniristiche soluzioni, inizia il viaggio che porta al racconto del lato più confidenziale e personale di Cracco. Vengono così raccontati i suoi segreti più intimi e la sua metamorfosi che lo ha portato a diventare uno chef così rinomato. E proprio sulle affermazioni relative al suo ristorante come ‘Ma che bello questo posto’ egli afferma: “Mi chiedono cosa ci fosse qui dentro e cosa è stato fatto. Io spiego che non ho trovato la pappa pronta. Se fosse stato facile forse non sarebbe capitata a noi questa sfida impervia”.

Ecco che lo stesso Cracco ci da qualche informazione in più sulla scelta di Milano come location per il nuovo ristorante: “Il vantaggio di Milano è che in 15 minuti si arriva addirittura alle risaie. È una città grande, ma non troppo rispetto agli standard europei. Ha tutta la modernità delle città internazionali, ma è ancora legata al territorio. Per quanto riguarda la cucina e la qualità dei prodotti questo è molto importante perchè permette di avere una filiera corta, che ci collega direttamente con la produzione agricola italiana”.

Carlo Cracco - Presentazione Cracco Confidential

Carlo Cracco – Presentazione Cracco Confidential / Foto: Rumors.it

Jovanotti: tour sospeso. Il cantante non sta bene |SCOPRI

Ma non è solo lui stesso a raccontarsi nel docu-film. A parlare sono infatti anche tutte quelle persone a lui più vicine tra cui la moglie Rosa Fanti Cracco, il suo braccio destro Luca Sacchi, i membri della sua brigata, ma anche architetti e responsabili del progetto ‘Carlo in Galleria’ e dai suoi amici.

Tra le varie domande ci si chiede se e quando tornerà in tv. Carlo risponde: “Ho abbastanza da fare in questo momento e questo non mi permette di avere distrazioni. Se penso ai prossimi sei mesi o un anno direi che non ci sono possibilità per fare qualcosa in tv, pensando ai prossimi 5 anni posso dire: mai dire mai. Certamente non ci sarà un ritorno a Masterchef. In questo momento cerco di realizzare il mio sogno che era anche quello di Gualtiero Marchesi: avere un ristorante in Galleria a Milano”.

Martina Pennacchioli




Articoli simili in Best