Connect
To Top

Niall Horan: “Sono convinto che gli One Direction torneranno insieme”

Parole che fanno sperare milioni di fan

Le fan degli One Direction avranno aguzzato le orecchie dopo avere sentito le parole di Niall Horan su un possibile ritorno in grane stile della band, ufficialmente in pausa, che ha fatto impazzire milioni di ragazzine in giro per il mondo e anche se non è imminente la sua intenzione di una riunire il gruppo è chiaro.

“È divertente, per adesso, avere un po’ di libertà, volare con le proprie ali, cercare di fare qualcosa di diverso. Ma non abbiamo intenzione di annunciare uno scioglimento perché sono convinto che nessuno di noi ci creda. Sarebbe stupido non tornare insieme, prima o poi”.

Niccolò Ammaniti fa il “Miracolo”  prima ancora del debutto Tv |LEGGI

 

Così, in un’intervista a GQ che a maggio gli dedica una delle 4 copertine del suo music issue (le altre 3 sono Negramaro, Måneskin e Jamie Bower), Niall Horan conferma che, come detto di recente anche da Liam Payne, l’attesissima reunion ci sarà, per la gioia dei fan rimasti in lutto da quando, nel marzo del 2015, Zayne Malik abbandonò il gruppo e poco dopo gli altri 4 membri della band, oltre a Horan e Payne, Harry Styles e Louis Tomlinson, si separarono per iniziare carriere da solisti.

Elettra Lamborghini: “Da anni mi vogliono al GF Vip, ma ho detto no” |LEGGI


Horan è stato intervistato da GQ poco prima della tappa londinese del tour con cui sta portando in giro per il mondo l’album (scritto quasi interamente da lui) Flicker, e che proprio in questi giorni (6 e 7 maggio) fa tappa a Bologna (Unipol Arena) e Milano (Mediolanum Forum), e nell’intervista il 24enne musicista irlandese ha ricordato i suoi ultimi concerti in Italia nell’estate del 2014, durante il tour dei record degli One Direction per Where We Are (il maggior incasso di tutti i tempi per un gruppo vocale), e in particolare le date di Milano, durante le quali vennero effettuate le riprese di One Direction: Where We Are – The Concert Film. 

Chiara Ferragni, compleanno in anticipo con mega festa |LEGGI

“Fu una bolgia” – dice – “Lo ricordo come uno dei miei migliori concerti di sempre. È stato un onore entrare nello spogliatoio dell’Inter, ma anche pura pazzia. Gli italiani sono così passionali!”. Qualche settimana fa il film è comparso sulla sua schermata iTunes. Ne ha visto qualche minuto prima di spegnerlo: “Ho pensato che forse era meglio aspettare ancora qualche anno”.

Il nuovo album di Niall Horan ricorda il rock californiano degli Anni 70, con sonorità lontanissime dal pop costruito degli One Direction. “Ho sempre detto che, se avessi scritto un album, avrei voluto che suonasse il più naturale possibile”, spiega. “Probabilmente ha a che fare con il modo in cui sono cresciuto, con i primi pezzi che ho ascoltato sul giradischi di casa. Papà e mamma erano grandi fan di Jackson Browne e degli Eagles”.

 Il primo concerto a cui ha assistito, in Irlanda quando aveva 4 anni, fu proprio quello degli Eagles: oggi parla regolarmente con Don Henley, batterista del gruppo: “Ci siamo detti che un giorno potremmo scrivere qualcosa insieme, ma non so se accadrà, o quando. Se avvenisse veramente, e la canzone fosse un successo, credo che non scriverei mai più nessun altro pezzo”.




Articoli simili in Musica