fbpx
Connect
To Top

Mario Luzzatto Fegiz ‘passa al nastro’ i Vip della musica

Dall’anno più difficile di Ramazzotti alla filosofia di Venditti

“Ringrazio molto Rai Radiodue, la direttrice Paola Marchesini e tutto lo staff  della rete per avermi fatto tornare al mezzo da cui è partita la mia carriera negli anni 60 con Per voi Giovani”, dal 6 agosto Parola d’Artista è il nuovo appuntamento quotidiano di Mario Luzzatto Fegiz su Rai Radiodue nell’ambito del nuovo contenitore Non è un paese per giovani XL, condotto dalle ore 12.00 alle ore 15.00 da Massimo Cervelli (da Roma) e Gianluca Gazzoli (da Milano).

Parola d’Artista proporrà ogni giorno (da lunedì a venerdì) alle ore 12.35, dopo il GR 2 delle ore 12.30, una sintetica intervista a un personaggio famoso della musica e dello spettacolo. Tutte registrazioni vintage in quanto realizzate su nastro magnetico, attingendo all’archivio sonoro del giornalista del Corriere della Sera che aveva condotto per 12 anni, fino al 2009 il programma Fegiz Files, sempre su Rai Radiodue.

Marco Mengoni scomparso dai social: panico tra i fan |LEGGI

 

Si ascolteranno così le voci di Giorgio Gaber, Vasco Rossi, Zucchero, Franco Califano, Mango, Francesco De Gregori, Luciano Ligabue, Antonello Venditti, Gianna Nannini, Elisa, Laura Pausini, Piero Pelù, Eros Ramazzotti, Biagio Antonacci, Enrico Ruggeri, Gianni Morandi, Jovanotti, Paolo Conte, Franco Battiato, Marco Masini, Enzo Jannacci, Povia e altri artisti…

Michael Bublé e Luisana Lopilato: arriva Vida, la terza figlia |LEGGI

Ramazzotti ricorderà l’anno più difficile della sua vita, quando morì sua madre e si separò da Michelle Hunziker, Venditti spiegherà la filosofia calcistica di Zeman, Pelù confesserà i suoi segreti per affrontare il palcoscenico, Al Bano esporrà il suo odio per i gossip che mettono in ombra i suoi meriti musicali, Gaber sorprenderà per delle sue dichiarazioni ante litteram sul buonismo e l’accoglienza…

Morgan furioso spara a zero sui talent musicali |LEGGI

Si tratta di registrazioni che hanno in certi casi oltre vent’anni, tempo massimo di durata dei nastri magnetici. Per questo programma la Rai di Milano ha recuperato dalle cantine di corso Sempione un registratore a nastro, articolo ormai introvabile, perché voci e musiche oggi viaggiano su invisibili files. 




Articoli simili in Musica