Connect
To Top

Paola Barale è la madrina del Gay Village 2011

La conduttrice, amatissima dal pubblico gay, vuole lanciare un messaggio d’amore e di rispetto.

Icona di stile, bellezza e professionalità, Paola Barale è da sempre uno dei personaggi dello showbusiness nostrano più amati dal popolo gay, che senza dubbio le tributerà un sincero benvenuto quando, giovedì 7 luglio, vestirà i panni di madrina del Gay Village 2011.

La conduttrice ha infatti accettato di prendere il mano il testimone della ‘staffetta di solidarietà’ anti-omofobia dei personaggi dello spettacolo che ormai da anni salgono sul prestigioso palco della manifestazione per solidarizzare con il mondo LGBT.

"Ho accettato l’invito al Gay Village come madrina di solidarieta’ anti-omofobia –  spiega la Barale — perchè credo che l’omofobia basata su pregiudizi sia irrazionale e limitante”.

La mia presenza giovedì sera come testimone di un messaggio d’amore aperto senza discriminazioni ne’ razziali, ne’ sociali ne’ culturali, libero nel  rispetto”, conclude la showgirl.

Salita alla ribalta come sosia di Madonna e poi come showgirl di primo piano (la ricordiamo accanto al grande Mike Bongiorno a ‘La ruota della fortuna’), con il tempo Paola Barale si è affermata come conduttrice e ultimamente si è cimentata anche con la recitazione che, a quanto pare, le sta dando grandi soddisfazioni.

La Barale è infatti ormai da considerarsi come una delle ‘gemme’ dello spettacolo di Luciano Melchionna, ‘Dignità Autonome di Prostituzione’, tratto dal format di Betta Cianchini e Luciano Melchionna.

Con il regista e parte del cast ‘ufficiale’ dello spettacolo-cult (che sarà in scena dal 19 al 24 luglio al Castello della Cervelletta di Roma), Paola regalerà una breve e simbolica ‘pillola di Dignità’ al pubblico del Gay Village.



Articoli simili in Lifestyle