Connect
To Top

Raoul Bova: “La bellezza? E’ utile, ma a volte mi ha ostacolato”

L’attore parla del rapporto tra bellezza e carriera.

Per chi ha una professione che ha molto a che vedere con l’apparire, sembra scontato che la bellezza sia un dettaglio non trascurabile.

Lo sa bene Raoul Bova che, in qualità di attore, non nasconde di essere stato spesso agevolato dal suo avvenente aspetto fisico, pur senza mai rinunciare al continuo perfezionamento di tutte le altre qualità richieste per svolgere il suo lavoro.

Proprio grazie alla sua dedizione e alla grande attenzione dimostrata nell’affrontare ogni tipo di ruolo, unite appunto alla sua indubbia bellezza, Raoul è riuscito ad affermarsi come uno degli interpreti più amati del piccolo e del grande schermo italiano.

Parlando del rapporto tra aspetto esteriore e carriera, in un’intervista rilasciata al magazine ‘Vero’ Bova ha ammesso che la sua bellezza non rappresenta certo un particolare da poco, anche se talvolta in passato si è rivelata un’arma a doppio taglio.

Ha giocato certamente un ruolo importante – ha dichiarato l’attore – ma non mi ha sempre avvantaggiato, anzi in diversi casi mi ha anche ostacolato perché spesso si pensa che dietro la bellezza esteriore non ci sia altro, o perché certi ruoli hanno bisogno di caratteristiche fisiche diverse. Ma io non mi sono mai posto il problema, comunque, perché ho puntato sempre su altre cose che ritengo più importanti dell’aspetto fisico”.

Sarà dunque per questo che Raoul è riuscito a ‘sfondare’ nel mondo dello spettacolo, diventando un attore molto apprezzato da registi del calibro di Pupi Avati, Ferzan Ozpetek e Giuseppe Tornatore… Niente male per uno considerato ‘fin troppo bello’!




Articoli simili in Gossip