Connect
To Top

Fabrizio Frizzi promette: “A Miss Italia basta buonismo, sarò cattivo”

Il conduttore cercherà di non dispiacersi troppo per le ragazze eliminate.

Miss Italia dice stop al buonismo e alla compassione. Così anche Fabrizio Frizzi quest’anno ha deciso di non voler cedere alla ‘dolcezza’ – o sdolcinatezza? – che da sempre lo contraddistingue nel consolare le Miss eliminate dal concorso e, seguendo lo spirito della nuova edizione, promette che anche per lui la musica è destinata a cambiare.

La selezione è più cattiva, sarà difficile arrivare alle fasi finali – spiega il presentatore intervistato da ‘Oggi’ – Anch’io sarò meno buono: quando una miss viene eliminata di solito mi dispiace, ma quest’anno lo mostrerò meno. L’umanità rimane, ma in sottofondo”.

In un momento in cui, a causa della concorrenza di tanti nuovi canali (sul digitale terrestre e sul satellite), anche per Raiuno fare grandi ascolti non è affatto scontato, Frizzi è comunque convinto che quest’anno i risultati di Miss Italia saranno migliori rispetto a quelli dell’edizione precedente.

I motivi sono due: innanzitutto, “abbiamo avuto tempo per ripensare la formula”, spiega il conduttore, e poi perché a supporto dell’organizzazione è arrivato il manager Lucio Presta: “È stato chiamato da Patrizia Mirigliani per curare i rapporti con la Rai – rivela Frizzi – Ci ha dato suggerimenti preziosi e un grande aiuto per gli ospiti. Ha un grande fiuto, è un professionista che lavora con accanimento”.

Infine, sempre a proposito di ascolti, Frizzi dice: “La tv generalista non è moribonda. Ma – ammette – dobbiamo rassegnarci al fatto che superare il 20 per cento di share oggi è un’impresa. E allora, se ascolti più bassi devono essere, tanto vale fare tv di qualità”.


Articoli simili in Personaggi