Connect
To Top

Joanna Krupa in topless “poco attraente” per la Peta [video]

La modella si spoglia per una buona causa…

Non è la prima volta che la modella e attrice di origini polacche Joanna Krupa si spoglia per una campagna della Peta, la principale associazione animalista americana. Nel 2009 aveva fatto scandalo, ma anche sensibilizzato molte persone, con una pubblicità contro l’abbandono dei cani.

La splendida Joanna, in quell’occasione, aveva posato completamente senza veli con indosso le ali da angelo e un grande (e molto provocatorio) crocefisso che copriva alcuni dettagli intimi del suo corpo. La Krupa sembrava volare a mezz’aria tra le volte di una chiesa con sotto tanti cani meticci e di varie razze. Lo slogan in quel caso era: “Sii un angelo per gli animali. Adotta sempre non comprare mai”.

Ora la Krupa, che crede molto nella causa animalista, è protagonista di una nuova campagna della Peta che gioca meno sulla provocazione e più sull’ironia. Il messaggio che lancia è: “Indossare pellicce è poco attraente” e si mostra in topless (leggermente coperta dai suoi lunghi capelli biondi) con un paio di slip rosa.

[adv]

La provocazione sta nel fatto che dalle mutandine fuoriesce una sorta di “pelliccia”. Il messaggio è ovviamente chiaro: secondo la Peta indossare pellicce o abiti che hanno inserti in pelliccia è come avere addosso qualcosa che stona con tutto il resto. E la foto di Joanna seminuda con quel “dettaglio in più”, raggiunge sicuramente lo scopo comunicativo.

Joanna, nel sito della Peta, spiega che ogni animale utilizzato per questi capi, che provenga da un allevamento o sia stato catturato in natura, ha dovuto patire delle sofferenze: “Gli animali soffrono e muoiono a causa di una moda che sarebbe dovuta essere lasciata nei secoli bui. La compassione per gli animali è l’esempio più glamour di moda che possiamo sfoggiare”.


Articoli simili in Personaggi