Connect
To Top

Justin Bieber condannato a seguire un corso per controllare la rabbia

Il cantante ottiene una pena ridotta per il suo arresto in Florida.

Se l’è cavata tutto sommato bene Justin Bieber, dopo che era stato arrestato, lo scorso 23 gennaio, a Miami Beach mentre partecipava ad una corsa clandestina su una strada pubblica a bordo di una Lamborghini.

Accusato di guida in stato di ebbrezza (anche se poi l’alcol test risultò negativo) e di resistenza all’arresto, il cantante canadese fu poi sottoposto ad altri test che rivelarono la presenza, nel suo sangue, di marijuana e di Xanax.

Al processo la pop star si è dichiarata colpevole di guida pericolosa e resistenza all’arresto e per questo ha ottenuto una pena “leggera”, secondo un accordo raggiunto dalla giuria con gli avvocati di Bieber.

In base al patteggiamento, Justin dovrà sottoporsi ad un corso di 12 ore per il controllo della rabbia e fare una donazione benefica di 50.000 dollari, oltre ovviamente a pagare le multe che gli sono state comminate.

Nessun giorno di carcere, dunque, per Bieber, che in base alle accuse stavolta rischiava davvero di finire in manette.

Giada Tibelli


Articoli simili in Gossip