Connect
To Top

Masterchef: Maradona fuori (dalla) classe. Lorenzo, Alida e Erika in finale

Intervista al concorrente libanese Maradona Youssef dalla metafora facile e dalla creatività sfrenata eliminato a un passo dal sogno.

Una sensazione di fastidio, simile a quella che si prova qualcuno che conosci e di cui ti fidi fa una gaffe, facendoti rimanere davvero male. Lo “spoiler” è un antipasto che a Mastechef sono abituati a servire freddo, cosicché in finale ci vanno quelli che ti saresti aspettato, se dotato di un account Twitter e minimamente appassionato del programma, ma nel modo in cui lo avresti immaginato. Resta solo da augurarsi che l’epilogo, come suggerito da qualche gola, neanche troppo profonda, non rispecchi l’ordine di accesso alla finale, ma ribaltato.

Maradona lotta come un leone, si batte con caparbietà e coraggio (o forse incoscienza?) ed è infine costretto ad arrendersi nell’ultimo pressure contro Erika, che, assolutamente in estasi, può raggiungere la sua grande amica Alida e l’eclettico macellaio Lorenzo in balconata.

E pensare che le cose, per il ventottenne concorrente d’origine libanese, ma triestino d’adozione da ormai molti anni, sembravano essersi messe molto bene. Piatto convincente nella Mistery Box, grazie o nonostante l’intervento di Rachida. Trionfo nell’ Invention, in barba al palese tentativo di Alida di metterlo in difficoltà. Buona la performance nell’esterna presso il ristorante dello chef stellato Heinz Beck, ma non sufficiente per evitare il pressure. Tracollo nei duelli dove, nonostante il vantaggio, Maradona viene prima fiaccato dal rognone coi funghi di Alida, poi definitivamente fatto fuori da Erika, superiore nella tecnica di vaso-cottura. Se volete sapere di più dei progetti, delle aspirazioni, dei sogni del quarto classificato, non perdete la nostra video intervista.

Nicolò Canziani



Articoli simili in Interviste