Connect
To Top

Cara Delevingne nuda su Esquire si confessa: “Ho pensato al suicidio”

La modella e attrice protagonista di foto senza veli e del nuovo film “Suicide Squad”.

Cara Delevingne, 23 anni, una carriera da modella internazionale già intrapresa con successo e l’impegno nell’evolversi in una brava attrice. Fisico impeccabile (peso, altezza e ovviamente bellezza da top model) Cara posa in questi giorni per Esquire U.K.

Sulle pagine del magazine Cara si mostra senza veli (regalando un’ottima visione del suo lato B) ma, paradossalmente, l’aspetto sensazionale del servizio che la riguarda sono le confessioni della modella, che oltre a promuovere il suo ultimo film, “Suicide Squad”, si confessa a cuore aperto.

La Delevingne rivela che fare la modella “non è qualcosa che amo”. E aggiunge: “L’ho sempre sentito come un lavoro. Non è mai stata una passione. E’ più come una parte ho giocato”. Un lavoro che le ha dato fama mondiale, ma che, a quanto pare, non l’appassiona come la recitazione.

E poi c’è il passato, il periodo dell’adolescenza non è stato dei più facili: “In passato ho pensato al suicidio. Ero depressa, avevo istinti suicidi. Gli ormoni, la pressione di avere un buon rendimento scolastico per rendere fieri i miei genitori. Ho avuto un esaurimento nervoso. Non ce la facevo più a vivere con quell’ansia. Sapevo di quanto fossi fortunata e privilegiata, ma tutto quello che volevo era farla finita”.

La soluzione, in un primo tempo, sono state le cure mediche: “Se mi sentivo in colpa? Mi odiavo. Mi sentivo una fallita totale. Per stare meglio mi imbottivo di antidepressivi. Mi annebbiavano i sensi, non riuscivo neppure a pensare. Quando ho smesso di prenderli, avevo 18 anni. Mi sono detta ‘basta’, e ho cominciato a sentire di nuovo. È molto facile diventarne dipendenti. Tutt’ora soffro di momenti di depressione, ma preferisco provare ad uscirne da sola piuttosto che con i medicinali”.

Dichiaratamente bisessuale oggi Cara Delevingne ammette di aver trovato la felicità con la sua compagna, la cantante St. Vincent, ma anche orientando la sua carriera nel cinema. In questo periodo il suo lavoro è intenso e la vedremo in ben tre fim: “Paper Towns”, “Kids in Love”, e “Suicide Squad”, appunto. Intanto ai suoi fan regala gli scatti provocantissimi in bianco e nero su Esquire firmati da Simon Emmett.




Articoli simili in Cinema