Connect
To Top

Naomi Watts: al cinema con Shut In paura e adrenalina. A casa figli e arrosto

Naomi Watts perfetta nei film horror in casa è mamma e amante degli arrosti.

In Shut In, film che inaugura il Noir in Festival ed esce in sala il 7 dicembre, la protagonista del “film del secolo” Naomi Watts (Mullholland Drive di David Lynch secondo il sondaggio della Bbc) è una psicologa infantile che vive e lavora senza mai allontanarsi dalla sua casa, dove riceve a domicilio i suoi pazienti e si occupa del figliastro diciottenne Stephen, ridotto in stato vegetativo dall’incidente stradale in cui è morto il marito.

La dottoressa si ritrova alle prese con la misteriosa sparizione di un piccolo paziente e comincia ad essere perseguitata da strani eventi che condurranno a un’agghiacciante scoperta.

Nell’era dei classici, c’erano state Joan Bennett, Bette Davis e Joan Crawford, e lei già ci aveva provato con The Ring. La diva Naomi Watts (48 anni, britannica ma naturalizzata australiana) è l’ultima di una lunga serie di superstar che si divertono a interpretare film horror.

Ma l’anno prossimo vedremo Naomi Watts anche The Bleeder in cui divide la scena con l’ex compagno Liev Schrieber, da cui si è separata un paio di mesi fa. «Abbiamo molto rispetto l’uno per l’altra, ci capiamo. E poi, abbiamo due bambini meravigliosi e lavoriamo sulla nostra relazione ogni giorno» dichiara Naomi Watts intervistata  “IO donna” in edicola questa settimana.

Relazione che è ora «passata a un’altra fase. Ma basta organizzarsi, fare in modo che ci sia sempre qualcuno a casa per metterli a letto. Quando ci siamo, siamo “uber-presenti”. E la domenica cucino: di solito faccio l’arrosto. È la mia parte british».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 + 3 =

Articoli simili in Cinema