Connect
To Top

Fabrizio Corona in carcere per l'”inusuale inclinazione a delinquere”

Il Tribunale del riesame molto duro nei confronti dell’ex re dei paparazzi.

Il Tribunale del riesame di Milano ha confermato lo scorso 27 ottobre l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Fabrizio Corona, tornato in cella dal 10 ottobre con l’accusa di intestazione fittizia di beni, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e violazione delle norme patrimoniali relative alle misure di prevenzione dopo il ritrovamento di 2,6 milioni di euro in contanti nel controsoffitto della casa di una sua stretta collaboratrice e in due conti austriaci.

La Repubblica riporta i contenuti dell’ordinanza che sottolinea l’“inusuale inclinazione a delinquere e sicura capacità delinquenziale” di Corona, aggiungendo che “ben potrebbe commettere reati della stessa specie considerando la sua assoluta indifferenza verso il rispetto delle regole e i benevoli trattamenti sanzionatori e di esecuzione della pena concessagli”.

Secondo il Tribunale del riesame di Milano, nel caso di Corona potrebbe esistere anche il “pericolo di inquinamento probatorio”. Si fa anche notare che “dai precedenti penali specifici, susseguitisi senza soluzione di continuità dal 2003 a margine dei brevi periodi di carcerazione sofferta” si può tendere ad “escludere l’occasionalità della condotta”.

 

 

Cayo però elegante#sipuede @aglini_brand

Una foto pubblicata da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal) in data:



Articoli simili in Gossip