Connect
To Top

Renault Zoe 400, l’elettrica si fa strada

Con una autonomia reale di 300 Km la vettura francese apre nuove          prospettive per la mobilità a zero emissioni.

Lisbona – Renault Zoe nel 2012 ha inaugurato l’era dell’auto elettrica per tutti. Dimensioni compatte, ottima  abitabilità per quattro persone, tecnologia affidabile ed una autonomia variabile tra i 150 e i 200 Km a seconda dello stile di guida. Oggi la Zoe si rinnova proprio sotto il profilo dell’autonomia, elemento chiave per la diffusione di massa dei veicoli elettrici, presentando la Zoe 400, accreditata, secondo l’omologazione nel ciclo NEDC, di 400 Km. Un bel salto in avanti per la piccola francese che diviene così il punto di riferimento nel mercato dei veicoli elettrici per il grande pubblico. C’è da dire comunque che i 400 Km dichiarati difficilmente si raggiungono, per questo è più corretto parlare di 300 Km di autonomia reale, che sono comunque tanti, e che consentono di utilizzare la Zoe non solo per gli spostamenti in città ma anche per i week end fuori porta o gli spostamenti extraurbani a medio raggio, rimuovendo così quella barriera psicologica legata all’autonomia della batteria che fino ad oggi ha frenato lo sviluppo della mobilità elettrica.


La prova su strada
Anche rumors.it ha partecipato al  primo test drive su strada della nuova Zoe 400 che si è svolto sulle strade del Portogallo, a nord di Lisbona, su un itinerario sicuramente suggestivo, costeggiando l’oceano, ma anche molto impegnativo, dove la Zoe 400 ha rivelato tutte le sue qualità. C’è da dire che la silenziosità di marcia è il punto di forza di questa elettrica. Il comfort acustico è davvero eccellente e su strada si avverte solo il sibilo del motore elettrico, un propulsore che già nelle partenze da fermo eroga il 90 per cento della coppia garantendo ottime accelerazioni, una qualità utile sia per una maggiore agilità nel traffico cittadino sia in fase di sorpasso su strada.
Percorrendo il lungo itinerario su strada statale, con molte curve, salite e discese, la Zoe 400 si è dimostrata efficace e divertente, e il fatto di avere a disposizione una ragguardevole autonomia ci ha permesso di adottare una guida disinvolta, lasciando spesso da parte i buoni propositi di una andatura attenta e risparmiosa. Insomma, abbiamo usato l’elettrica Zoe come fosse una normale auto con propulsore termico, e anche in autostrada non ci siamo risparmiati, spingendo a fondo per lunghi tratti, anche se c’è da precisare che l’auto ha la velocità limitata a 140 Km/h, andatura che si può tenere tranquillamente anche per lunghi tratti, a scapito ovviamente dell’autonomia. 
Insomma, quanto promesso è stato mantenuto, e i 300 Km di autonomia reale ci sono davvero tutti.


La ricarica
La Zoe si ricarica attraverso le apposite colonnine (In Italia la maggior parte sono installate dall’Enel) con tempi variabili a seconda delle necessità. In soli 30 minuti comunque è possibile ricaricare  una percorrenza variabile tra gli 80 e i 120 Km, mentre per una ricarica completa, partendo dalla batteria scarica, ci vogliono un paio d’ore. E’ possibile anche ricaricarla nel garage di casa, ma per fare questo è necessario installare un wall box apposito da richiedere alla propria compagnia elettrica. In quesot caso per la ricarica completa ci vogliono almeno 8 ore.

Una proposta più ampia per migliori prestazioni

La gamma ZOE presenta, sin dal primo livello Life, una dotazione completa, comprensiva di ABS, ESP, airbag frontali e laterali, climatizzatore automatico con modalità Eco e sistema multimediale R-Link
Con la 400 viene però introdotta anche la nuova  versione Bose che si distingue per le sellerie in pelle premium, i sedili anteriori riscaldabili, il sistema audio Bose con radio DAB, cerchi in lega da 16’’ diamantati, e la tinta di carrozzeria specifica Grigio Ittrio.
In tutte le versioni della nuova gamma ZOE sono disponibili i servizi connessi My Z.E. Connect, per un monitoraggio a distanza via smartphone o PC del livello e dello stato di carica del veicolo, e My Z.E. Inter@ctive, per una gestione in remoto delle operazioni di ricarica e pre-condizionamento.
Le prime ZOE con nuova batteria Z.E. 40 saranno disponibili presso la Rete Renault già da gennaio 2017.

Quanto costa
Renault propone l’acquisto della vettura in due modalità: con batteria a noleggio, e un canone mensile stabilito in base alla percorrenza e che parte comunque da poco meno di 70 euro mensili, e batterie di proprietà. Con la batteria a noleggio il prezzo di partenza della nuova Zoe 400 è di 25mila euro, mentre con la batteria di proprietà il prezzo di listino parte da 33mila euro. In caso si scelga l’acquisto della batteria la garanzia su questo componente è di 8 anni.

F.I.



Articoli simili in Motori