Connect
To Top

Debbie Reynolds, madre di Carrie Fisher, morta per ictus 24 ore dopo la scomparsa della figlia

Poche ore dopo la scomparsa di Carrie Fisher è deceduta anche la madre Debbie Reynolds.

Spesso si dice che il dispiacere più grande per un genitore sia soppravvivere ai propri figli. Per Debbie Reynolds, la madre 84enne di Carrie Fisher, è stato senza dubbio così. Dopo aver visto morire d’infarto a 60 anni la figlia, l’attrice e cantante celebre per aver interpretato “Cantando sotto la pioggia”, non è riuscita a sopportare il dolore ed è morta stroncata da un ictus.

La diva 84enne, raccontano amici e familiari, era ancora sotto choc per la perdita dell’amata figlia e si trovava a casa del figlio, il regista e produttore Todd Fisher, per l’organizzazione dei funerali di Carrie quando è stata colpita da un malore poi rivelatosi un ictus.

La Reynolds è stata subito ricoverata al Cedars Sinai Hospital di Los Angeles ma non ce l’ha fatta. “Questa mattina era molto, molto triste per aver perso Carrie e ha detto a tutti noi che voleva stare di nuovo con lei. Quindici minuti dopo è stata colpita dall’ictus” ha spiegato il figlio Todd.

Le due donne erano molto legate, non a caso la madre di Carrie voleva che sua figlia venisse seppellita nello stesso posto dove sarebbe andata lei. Il figlio ha anche rivelato: “Le ultime parole di mia madre sono state ‘voglio solo stare con Carrie’. E ora l’ha raggiunta e i nostri cuori sono doppiamente spezzati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 + 8 =

Articoli simili in Cinema