Connect
To Top

Playboy ci ripensa, torna il nudo: “Toglierlo è stato un errore”

Il figlio di Hugh Hefner fa “mea culpa”, ma qualcosa cambia

Aveva fatto scalpore che fosse stato eliminato e fa un po’ meno scalpore il fatto che, dopo un anno, Playboy ha pensato di reintrodurlo. Stiamo parlando del nudo sulle pagine del magazine del coniglietto, “soppresso” giusto all’inizio del 2016.

L’esperimento, evidentemente, non ha dato i suoi frutti. La malizia senza un po’ di carne scoperta non soddisfa i lettori storici della rivista che, dunque, ora corre ai ripari e fa anche “mea culpa”.

Cooper Hefner, l’erede del fondatore della rivista Hugh Hefner, ammette: “Il modo in cui ritraevamo il nudo era datato. Ma il nudo non è mai stato il problema. Eliminarlo totalmente è stato un errore”. E così Playboy torna a fare… Playboy: “Ci riappropriamo della nostra identità”.

La nuova parola d’ordine è #NakedIsNormal, scelta come hashtag. E la copertina del prossimo numero mostra una ragazza bionda fotografata di fianco ma chiaramente senza nulla addosso.
Qualcosa cambia, però. Lo stesso Cooper, 25enne nelle vesti di direttore artistico ammette che lo stile dei nudi di Playboy era datato e pure il sottotitolo ‘Entertainment for men’ sulla cover, che è stato soppresso.

E per far capire che Playboy rimane un magazine in cui non c’è solo il nudo, sul numero di marzo-aprile sarà pubblicato un saggio firmato dall’attrice Scarlett Byrne dedicato a ‘Free the Nipple’, il movimento nato negli Usa per cambiare le leggi sull’allattamento in pubblico e sui topless femminili e Scarlett Johansson parlerà invece della monogamia.



Articoli simili in Lifestyle