Connect
To Top

Britney Spears e quel giorno di 10 anni fa in cui si rasò a zero

10 anni fa la “crisi” della pop star che oggi è rinata

Tutti ricordano quel giorno in cui Britney Spears, la pop star all’apice della sua carriera, considerata fra le maggiori celebrità al mondo, si rasò a zero i capelli! Era il 16 Febbraio 2007. Un evento che sembra al tempo stesso lontano e vicino. Sono passati dieci anni da quel giorno, quel giorno in cui Britney perse tutto.

25 anni, due figli piccolissimi (1 anno e l’altro solo 2 mesi), un matrimonio appena finito e, come sempre, gli occhi del mondo puntati addosso. Questa era la situazione di Britney Spears quando entrò in un salone per capelli, prese un rasoio elettrico e…ZzzZzzzzZ si tagliò a zero i suoi famosi capelli.

Il crollo di nervi all’apice di un esaurimento, fu seguito e immortalato da diversi paparazzi, che non si lasciarono di certo sfuggire una Spears sorridente mentre usciva di testa! Quel venerdì sera segnò l’inizio dell’annus horribilis per Britney Spears.

Britney Spears e la rehab

Un anno in cui la pop star, a fatica, riuscì a completare il suo periodo in rehab per superare la depressione. Un anno in cui le fu impedito di vedere i figli perchè ritenuta “non idonea”. Un anno in cui i media e le persone si sono dimostrati davvero cattivi.

Derisa, accusata, data per spacciata e fallita, insultata… Questo è quello che ha ricevuto Britney Spears durante il periodo più buio della sua vita. Una ragazza di soli 25 anni, che già da dieci anni viveva sotto i riflettori. Una ragazza semplice che sognava solo di vivere una vita “normale”: avere una famiglia, un marito innamorato, dei figli e nel mentre, continuare a fare quel lavoro che da sempre amava.

Invece Britney è crollata quando quel mondo, non reale ma da lei idealizzato, le si è disintegrato addosso e si è mostrato per quello che in realtà era: un marito che forse l’aveva sposata soprattutto  per diventare famoso e ricco, i figli che le sono stati tolti, i rapporti familiari che entrano in crisi e quel mondo patinato che fino ad allora l’aveva idolatrata, che le si è rivolto contro nel modo più spietato e cattivo.

Una cosa che a Britney ha sempre “pesato”, esplicitata nel corso degli anni anche in diverse sue canzoni, è il fatto dell’essere e sentirsi sempre controllata e “comandata”. Perché quando sei una macchina da soldi, vieni spremuta fino all’osso in tutti i modi possibili ed immaginabili.

Basti pensare al fatto che pochi mesi dopo l’accaduto, fu messa sopra al palco dei Video Music Awards per un’esibizione che doveva segnare il suo ritorno sulle scene. Il risultato? Una Britney in playback spudorato, confusa, appesantita e totalmente a disagio, che neanche sembrava sapere dove si trovasse e perchè. Lei che era da sempre la regina delle esibizioni.

Britney Spears: da “Blackout” allo show di Las Vegas “Piece of Me”

Alla fine del 2007 iniziano però i primi segni di ripresa, soprattutto con il rilascio dell’album, chiamato non a caso, “Blackout” (che ad oggi continua ad essere uno dei suoi migliori prodotti). L’anno successivo arriva un altro album, “Circus”.  Nel 2009 riparte con un tour mondiale “The Circus: Starring Britney Spears” è quello che tutti stavano aspettando: l’inizio della rinascita.

Oggi, troviamo una Britney rinata: 35 anni, felice, in forma e regina di Las Vegas, dove da quasi 3 anni fa tappa fissa per una residency con il suo Piece of Me Show, per due anni consecutivi vincitore del premio “Best Show of Las Vegas”.

Il 2007 sembra essere solo un brutto ricordo lontano per la Spears e per i suoi fans, che non l’hanno mai abbandonata e l’hanno sempre supportata. “Ho toccato il fondo” ha dichiarato la Spears di recente in merito al suo crollo.

“I miei 20 anni sono stati paradossalmente orribili. Sempre in giro per il mondo, non mi fermavo mai; volevo raggiungere l’apice, l’ho fatto ma poi è crollato tutto” ha continuato la pop star. “Ora invece sto vivendo bene i miei 30 anni, ho i miei figli, la mia famiglia e ho una stabilità grazie agli show a Las Vegas.”

Forse sarebbe il caso di ammirarla e rispettarla (non tanto a livello artistico, ma come persona) invece di criticarla, attaccarla ed accusarla. Britney Spears è sopravvissuta, è stata dura, ma alla fine ce l’ha fatta!

Chiara Bazzurri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + 6 =

Articoli simili in Musica