Connect
To Top

Oscar 2017 con gaffe: i vincitori. Moonlight miglior film, La La Land 6 premi

Indietro1 of 2

Colpo di scena finale con gaffe storica agli Academy Awards

Agli Academy Awards un colpo di scena così non c’era mai stato: il momento più atteso, quello per la proclamazione dell’Oscar al Miglior Film, è stato animato da una gaffe “tecnica”: la busta dei vincitori sbagliata.

A dare l’annuncio della statuetta per il miglior film c’erano Warren Beatty e Faye Dunaway ed è stato chiaro che qualcosa non stesse andando come previsto quando Beatty ha cominciato a traccheggiare, prima come se stesse giocando per aumentare il pathos, poi cedendo la parola a Faye, che ha pronunciato “La La Land”.

Ma nonostante le 6 statuette vinte su 14 nomination, il musical di Damien Chazelle non era il film vincente nella categoria. Quando il cast era già sul palco è stata spiegata la gaffe ed ecco il colpo di scena: “C’è stato un errore, il vincitore è Moonlight”.

Arrow
Arrow
Slider

In un comunicato stampa PWC, società specializzata in servizi professionali di consulenza legale e fiscale che si occupa anche di elaborare i voti per i premi dell’Academy fa sapere in merito: “Ci scusiamo con “Moonlight”, “La La Land,” Warren Beatty, Faye Dunaway, e gli spettatori degli Oscar per l’errore che è stato fatto durante l’annuncio per il premio al miglior film. Ai presentatori era stato erroneamente data la busta della categoria sbagliata e al momento della scoperta, è stato immediatamente corretto l’errore. Attualmente stiamo studiando come questo sia potuto accadere, e siamo profondamente dispiaciuti per quello che si è verificato. Apprezziamo l’eleganza con la quale i candidati, l’Accademy, ABC, e Jimmy Kimmel hanno gestito la situazione”.

Emma Stone riceve l’Oscar come migliore attrice protagonista | Foto: Ampas

Venendo poi alla “gara”, tra i premi più importanti: vittoria di Emma Stone come migliore attrice protagonista in La La Land mentre sfuma quella del suo collega di set Ryan Gosling battuto per l’Oscar come migliore attore dal protagonista di Manchester by the sea, Casey Affleck, fratello minore di Ben Affleck.

Casey Affleck riceve l’Oscar come migliore attore protagonista | Foto: Ampas

A La La Land non sfugge la statuetta per la miglior regia e Damien Chazelle e 32 anni è il più giovane ad aver vinto l’Oscar in questa categoria. Mentre per gli attori non protagonisti sono Viola Davis e Mahershala Ali a vincere per i loro ruoli nei film Barriere e Moonlight.

Damien Chazelle con l’Oscar come migliore regista | Foto: Ampas

Sul fronte italiano non ce l’ha fatta il documentario sugli sbarchi di Lampedusa Fuocoammare di Gianfranco Rosi battuto dal documentario più lungo di sempre (ben 8 ore) “O.J: Made in America”. Festeggiano però Alessandro Bertolazzi e Giorgio Gregorini che con Christopher Nelson hanno vinto l’Oscar per il miglior “trucco e parrucco” (Make-up and hairstyling) per il film Suicide squad. Bertolazzi nei giorni delle polemiche sulle decisioni di Trump dedica l’Oscar “a tutti gli immigrati”.

C’è un po’ d’Italia anche nell’Oscar per il miglior corto d’animazione andato a Piper, firmato dal regista italo-canadese Alan Barillaro. Il miglior film straniero è la pellicola iraniana Il cliente e sempre per protestare contro le nuove leggi americane sull’immigrazione il regista non si è presentato alla premiazione.

Foto: © AMPAS

Indietro1 of 2


Articoli simili in Cinema