Connect
To Top

Francesco Facchinetti, rapina a casa del padre: “Compro un arsenale”

Francesco si sfoga: “Lo Stato non ci difende dai malviventi”

Quello di Francesco Facchinetti è uno sfogo forte, le sue parole sono probabilmente quelle che molti di noi direrebbero o scriverebbero sui social dopo aver saputo che i propri cari sono stati coinvolti in una rapina e hanno rischiato magari la vita.

I Facchinetti sono una famiglia “pubblica”, Roby celebre membro fondatore dei Pooh e Francesco da sempre tra musica, tv, radio. Dunque è scontato che le parole scritte sulla sua pagina Facebook che ha più di 700mila “mi piace” assumono una risonanza diversa.

Cosa è accaduto? Lo spiega lo stesso Francesco con le sue pariole un po’ crude: “Basta mi SONO ROTTO I COGLIONI. Ieri mattina alle 11 e 30, RIPETO DI MATTINA, è entrato un MOSTRO, una BESTIA in casa di mio papà. Lì vivono anche i miei fratelli, il marito di mia sorella Giulia e il mio piccolo nipote Lorenzo.”.

Spieghiamo meglio: un ladro si è introdotto nella villa di Bergamo di Roby, nell’edificio vivono anche la figlia Giulia, il genero Yuri e il piccolo nipote Lorenzo. A dare l’allarme il cane di famiglia che ha cominciato ad abbaiare. Una volta scoperto, il malvivente anziché scappare, ha picchiato il marito della sorella di Francesco e poi si è allontanato lasciando perdere le sue tracce.

Continua Francesco nel suo commento “social”: “Questo animale di 2 metri ha cercato prima di rubare e poi, una volta scoperto da Yuri, lo ha tramortito per poi scappare via. Ma vi rendete conto: LA DOMENICA MATTINA ALLE 11 e 30. Tutto questo è follia! Ma dove cazzo siamo finiti?!?”.

Come spesso accade in questi casi Facchinetti lancia una pietra nello stagno del dibattito aperto sulla sicurezza delle nostre case, sulla facoltà di difendersi tra le pareti della propria abitazione e sull’uso di armi per la propria autodifesa. Dibattito che in questi anni, nonostante le molte rapine finite male, in Italia non ha permesso di partorire una legge significativa su questo fronte.

L’attacco di Francesco Facchinetti

Scrive il conduttore di “Eccezionale Veramente” di La7: “Peggioriamo ogni giorno di più, bisogna reagire e se non lo facciamo noi, non lo farà nessuno per noi. Sto andando a comprarmi un arsenale, se qualcuno entra in casa mia con i miei figli non esce vivo!  SE LO STATO NON MI DIFENDE LO FARÒ DA SOLO. Mi prendo tutte le responsabilità di quello che ho detto”.

Il post in meno di 20 ore ha avuto più di 5000 condivisioni e 50mila “like” e a chi lo critica Facchinetti risponde: “Per i perbenisti da tastiera fatemi sapere come reagite quando vi entrano in casa con i vostri figli di pochi mesi”. E la speranza è che, oltre all’arsenale per difendersi, Facchinetti come personaggio pubblico si faccia testimonial e promotore di iniziative e sociali in difesa dei cittadini che subiscono violenze e rapine.


Articoli simili in Gossip