Connect
To Top

Emma Watson: selfie con i fan no, topless in copertina sì

Rivendica la privacy, ma si espone per le cover che contano

Emma Watson nella bufera. In questi giorni fanno molto parlare le sue dichiarazioni e anche le foto che la ritraggono. E, vedendo le critiche che le vengono mosse sul web, l’attrice 26enne non ci fa nemmeno una gran bella figura.

Intervistata da Vanity Fair US la giovane diva protagonista da sempre di film molto commerciali come la saga di Harry Potter e ora La Bella e la Bestia targato Disney sembra cercare i propri spazi lontano dai fan e dalla stampa.

Emma afferma, infatti, di non voler posare per i selfie con i suoi ammiratori, mentre ben altre star molto più celebri di lei non si fanno alcun problema. La Watson si giustifica dicendo: “Se qualcuno mi fa una foto e la posta, entro due secondi hanno tracciato dove sono esattamente nell’arco di 10 metri. Possono vedere cosa indosso e con chi sono. Non posso fornire questi dati. Dico: ‘Posso stare qui e rispondere a ogni domanda su Harry Potter che hai da farmi, ma non posso fare una foto'”.

Ci mancherebbe poi a chiederle della vita privata. Tabù dei tabù… che per una donna che vive di notorietà (perché, si sa, nello showbiz non si va avanti solo per le doti recitative…) è assai curioso. Emma Watson continua: “Non posso parlare del mio ragazzo in un’intervista e dopo non aspettarmi che dei paparazzi mi fotografino sotto casa. Ho notato che a Hollywood se hai un fidanzato, soprattutto mentre stai facendo promozione ad un film, anche lui diventa parte dello show e io detesto questa cosa!”.

Emma Watson: “Ecco perché ora sono una femminista”  | LEGGI

Vanity Fair sottolinea l’impegno di Emma nel difendere il ruolo della donna nel mondo del lavoro, nella sua “mission” come ambasciatrice di buona volontà delle Nazioni Unite, nell’attenzione meticolosa nell’indossare vestiti ecologicamente sostenibili, nella partecipazione al club del libro di letture femministe di cui lei è una delle promotrici.

Ma il “sapore” di tutto questo si perde un po’ quando si vede una delle foto scelte dal magazine per aprire l’intervista: un topless molto poco velato realizzato da Tim Walker. Così una giornalista inglese del Daily Mail, Julia Hartley-Brewer, commenta in modo pungente su Twitter: “il femminismo, il femminismo… il divario salariale di genere… perché non mi prendete sul serio… il femminismo… oh, e qui ci sono le mie tette!”. E’ vero che il femminismo ha sdoganato anche il topless e la libertà di vestirsi, ma in questo caso quella di Emma sembra più che altro una scelta di… marketing!

Scarlett Johansson: la monogamia non è naturale  | LEGGI



Articoli simili in Personaggi