Connect
To Top

Masterchef: Bruno Barbieri offre un lavoro al vincitore Valerio

Per Rumors duetto esclusivo di Barbieri e Valerio

La storia di Valerio Braschi a Masterchef non è solo quella di una splendida vittoria, è la rappresentazione di una generazione di giovani preparati, determinati a fare bene, pieni di grinta e voglia di fare e pronti a mettersi in gioco.

E così già alla conferenza stampa post-vittoria arriva la proposta che ti cambia la vita: un lavoro nella cucina dello chef Bruno Barbieri. Un sogno che si realizza visto che Valerio al momento del suo ingresso a Masterchef aveva dichiarato che il suo desiderio più grande sarebbe stato quello di lavorare con lui.

L’intervista a Valerio che commenta la vittoria a Masterchef  | GUARDA

“Devo ancora abituarmi all’idea, mi sembra un scherzo” dice Valerio e Barbieri fa già una raccomandazione: “Però devi dimagrire, perché la cucina è piccola e non ci state tutti, visto che c’è anche Maradona (l’ex concorrente di Masterchef n.d.r.)”. Valerio spiega: “Ho già perso 10 chili da quando sono venuto a Masterchef!”.

Foto: Sky

E poi ecco un sipariretto tutto per noi (GUARDA IL VIDEO). Al nostro microfono Bruno Barbieri conferma l’offerta di lavoro per Valerio e va subito al dunque facendo le prime raccomandazioni al suo nuovo “discepolo”: “Iniziamo con requisire lo smartphone” esordisce lo chef ridendo.

La finalissima di Masterchef: Valerio trionfa e batte Cristina e Gloria | LEGGI

“Credo che Valerio sia un ragazzo di talento che abbia voglia e sogni nel cassetto e nell’anima. L’importante è preservarlo, perché non è facile per un 18enne stare davanti alle telecamere e vivere tutto quello che accade ad un vincitore di un programma come questo. I talenti vanno tenuti a freno perché lui ha voglia di crescere e ha qualcosa di importante nelle mani e nello spirito” ci dice Barbieri.

Foto: Sky

E ancora: “Voglio dargli la possibilità come l’ho avuta io quando avevo la sua età di poter lavorare con dei grandi chef. Dargli la possibilità di farlo crescere in questo mestiere credo che sia per lui una fortuna”. E Valerio non può che ringraziare: “Non mi aspettavo che un giudice, soprattutto Bruno, mi prendesse a lavorare, perché io sono partito proprio dal niente. E’ un treno che ti capita una volta, non posso negarmi questa opportunità ma è chiaro che accetto, sarei proprio stupido a non accettarla, i sacrifici devono essere fatti!”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+ 69 = 73

Articoli simili in Interviste