Connect
To Top

Katy Perry: “Sono una bandiera dei diritti civili, ma non ero così”

Indietro1 of 13

Katy: “Sono la prova reale che si può aprire la propria mente”

Katy Perry è stata premiata in occasione dell’HRC Los Angeles Gala ed è stata insignita del National Equality Award come ambasciatrice della parità dei diritti delle persone. Da molti anni Katy è infatti bandiera del movimento LGBT e impegnata in prima linea per sostenere i diritti della comunità gay.

Sul palco dell’evento la cantante 32enne, ricevendo il premio, ha spiegato: “Quando uscì il brano I Kissed a Girl and I Liked It nel 2008 ho intrapreso un dialogo con le persone di tutto il mondo. Per me che ero figlia di un pastore e avevo fatto parte di un coro gospel era qualcosa di completamente nuovo da scoprire. Sapevo però che ero curiosa e anche allora sapevo che uomini e donne hanno tante sfumature, non solo il bianco o il nero”

Katy  Perry e Orlando Bloom: ecco perché si sono lasciati| LEGGI

La diva ammette di aver scoperto un mondo nuovo: “Queste persone non erano da temere come mi era stato insegnato. Erano le persone più libere, forti, gentili, e inclusive che io abbia mai incontrato”.  E poi ancora: “Hanno stimolato la mia mente, hanno riempito il mio cuore di gioia e hanno ballato di felicità allo stesso tempo. Queste persone sono in realtà, magia, e sono magiche perché vivono la loro verità”.

I look più stravaganti di Katy Perry | GALLERIA FOTO

Foto: MTV

Anche se lei si è allontanata dai dettami della sua religione, la Perry dice che non avrebbe scelto un percorso diverso per se stessa: “Questo percorso di scoperta mi ha reso ciò che sono, mi ha testato, e mi ha cambiato per sempre. Tu non puoi scegliere la famiglia dove nascere, ma è possibile scegliere la tua tribù dove vivere”.

Katy Perry è bionda … e canta qualcosa di nuovo | LEGGI

Ancora Katy spinge tutti a guardarsi intorno e a scoprire ciò che sono le persone, senza preconcetti: “Io sono qui come prova reale per tutti che non importa da dove sei venuto ma è importante dove si sta andando, che un cambiamento reale, una vera e propria evoluzione può accadere, se apriamo le nostre menti e ammorbidiamo i nostri cuori.”

La cantante ammette che per lei sarebbe più facile evitare temi politicamente e socialmente “scottanti”, ma arrivata a questo punto della sua vita non è più possibile: “Non è più possibile per come sono diventata io sedermi e stare in silenzio. Devo stare in piedi e urlare quello che sento e che ritengo giusto: che è l’uguaglianza e la giustizia per tutti, punto”.

Indietro1 of 13



Articoli simili in Musica