Connect
To Top

Vittorio Emanuele di Savoia: “Il più bel ricordo? Il rientro in Italia”

Bilancio dei suoi 80 anni per Vittorio Emanuele di Savoia

Il principe Vittorio Emanuele di Savoia, figlio dell’ultimo re d’Italia, inizia il ricordo dei propri 80 anni compiuti il mese scorso in una lunga intervista rilasciata a “Chi”. “Sono partito per l’esilio con i miei genitori quando avevo 9 anni e ne ho vissuti 56 lontano dalla mia patria, l’ho guardata da lontano e oggi ho la gioia di poterci trascorrere molto tempo”.

“Il più bel ricordo degli ultimi anni è senza dubbio il mio rientro in Italia. Ho scelto di tornare nella città da cui ero partito e in cui sono nato, Napoli. Poi, il matrimonio di mio figlio Emanuele con Clotilde: ho la gioia di avere due bellissime nipoti, Vittoria e Luisa. E ancora, la presenza delle mie sorelle, Maria Pia, Maria Gabriella e Maria Beatrice. A differenza di quanto è stato scritto, siamo una famiglia unita. E, infine, l’udienza privata con papa Francesco in occasione dell’ostensione della Sindone. Il Pontefice ci ha accennato qualche parola in piemontese!” dice Vittorio Emanuele di Savoia.

Harrison Ford “graziato”… ecco cosa è accaduto | LEGGI

Non si può non parlare dell’esiolio: “Vorrei cancellare dai miei ricordi l’esilio. Per me è stato dolorosissimo viverlo e ancora di più vedere la sofferenza di mio padre. Il suo desiderio di rivedere l’Italia non si è potuto realizzare. Per il resto, ho attraversato alcune tempeste perché portavo un nome importante, ma non sono riuscite a piegarmi”.

Sylvester Stallone: “Ero così povero che…” | LEGGI

Parlando della crisi economica di questi anni spiega: “Oggi l’Italia è un Paese scosso da una crisi terribile, che colpisce soprattutto i giovani, costretti ad andare all’estero. Mi addolora vedere che l’Italia ha dimenticato le sue radici ed è ben poco orgogliosa della propria storia e identità. I Savoia hanno lasciato il bene più grande: la sua unità. Per quanto riguarda la mia famiglia desidererei un gesto di riconciliazione: la sepoltura al Pantheon di Roma dei miei nonni, il re Vittorio Emanuele III e la regina Elena e dei miei genitori Umberto II e Maria José. Continuerò a battermi perché accada”.


Articoli simili in Personaggi