Connect
To Top

Fabio Fazio passa a Rai 1 e guadagnerà 11,2 milioni in 4 anni

La Rai non lascia scappare Fazio con un contratto goloso

Fabio Fazio aveva minacciato di lasciare la Rai e di lanciarsi nell’avventura di prodursi da solo le sue trasmissioni lavorando con i migliori offerenti, facendo intendere che non avrebbe avuto preconcetti nemmeno nei confronti di Mediaset. Ma, evidentemente, la Rai non ha voluto lasciarsi sfuggire una delle sue teste di serie e lo ha blindato con un super contratto che farà sicuramente parlare molto.

Fazio infatti conquista Rai 1 e lascia Rai 3 che potrebbe rimpiazzare lo spazio lasciato libero da Che tempo che fa con Petrolio di Duilio Giammaria. Ma, soprattutto, Fazio ottiene un contratto a cui sarebbe davvero stato difficile dire di no, visto che il Cda della Rai gli ha offerto 11,2 milioni di euro in 4 anni, per 32 prime serate e 32 seconde serate su Rai 1 a partire dalla stagione televisiva 2017/2018.

Fazio critica la Rai: “Ecco l’unico punto fermo” | LEGGI

Dunque Che tempo che fa sbarca sulla rete ammiraglia della Rai e vedremo insieme a Fazio anche Luciana Littizzetto e Nino Frassica. La trasmissione andrà in onda la domenica sera e in seconda serata il lunedì. Nella cifra sarebbe comunque anche compreso il contratto per l’acquisizione della licenza sul format di ‘Che tempo che fa’ per 4 stagioni.

Fazio e l’idea di lasciare la Rai | LEGGI

Foto: Rai

In pratica il compenso del conduttore sarebbe di circa 2,2 milioni all’anno, ma considerando le voci relative all’esclusiva e ai diritti sul format si arriverebbe a 2,8 milioni l’anno. Roberto Fico, presidente della Commissione di Vigilanza Rai ha definito l’operazione “uno scandalo, un comportamento vergognoso”.

Fazio: “Il mio stipendio? Un inutile teatrino” | LEGGI

La presidente della Rai, Monica Maggioni, ha puntualizzato, invece: “Lo sforzo fatto per non perdere il valore e la capacità di racconto di Fabio Fazio è direttamente connesso alla volontà di garantire un futuro all’azienda tenendola ancorata al mercato”.



Articoli simili in Televisione