Connect
To Top

Robbie Williams svela: “È Harry Styles il mio erede nel pop”

Il cantante si racconta alla vigilia dei suoi concerti italiani

Il re del pop Robbie Williams è in Italia per esibirsi in tre tappe del suo tour, a Verona, a Lucca e a Barolo, in cui presenterà un mix tra le sue nuove canzoni e i suoi successi senza tempo. Ha approfittato della sua presenza il settimanale Grazia, al quale il cantante si è raccontato e ha annunciato chi secondo lui potrebbe diventare il suo successore nel mondo della pop music.

Robbie Williams e De Filippi, che bacio! | GUARDA

Il cantante della celebre “Angels” ha parlato infatti degli One Direction, la band considerata l’erede dei Take That, affermando: «Ciascuno ha talento, altrimenti la band non sarebbe diventata un fenomeno planetario, il successo non piove dal cielo, lo dico per l’esperienza nei Take That e come solista.  Però, punterei su Harry Styles, è lui il nuovo me. Si vede che ha una marcia in più, a cominciare dallo stile fighissimo alla David Beckham: se lavora duro, si godrà una carriera stellare».

Robbie Williams, gesto di disgusto verso i fan | SCOPRI

Foto: PrPhotos

E proprio riguardo ai Take That, che ora si sono presi una pausa, Williams ha confidato a Grazia di avere dei rapporti ottimi con tutti: «Ci legano un affetto e una stima profondi; del resto, non potrebbe essere altrimenti, ci frequentiamo da quasi 30 anni. Sì, c’è stato un periodo in cui ci evitavamo, ma poi ci siamo chiariti e siamo tornati insieme per un album e un tour straordinari. La nostra storia non è finita lì, ci rivedrete, garantito».

La Nannini si sfoga e fugge a Londra, cerca più rispetto | LEGGI

L’intervista è proseguita con un accenno alla vita privata di Robbie Williams, in cui ha parlato anche della moglie e dei figli: «Oggi sono felice. La scorsa estate, invece, ero caduto nell’ennesimo precipizio: soffrivo di ansia sociale. L’idea di uscire e affrontare le persone mi agitava. Risultato: il viso si copriva di eczemi e non interagivo con nessuno tranne la mia famiglia, non mettevo piede fuori dalla porta.» Robbie conclude: «Per fortuna ho scacciato anche questo demone: merito di un farmaco e dell’amore che mi circonda».«Non cambierei la mia vita per niente al mondo. Ho una famiglia meravigliosa e la mia passione più grande si è trasformata in lavoro».

Arianna Migliazza


Articoli simili in Musica