Connect
To Top

Emma Marrone omaggia Pino Daniele, ma sul web abbondano le critiche

Emma Marrone e le polemiche dopo i WSF 2017


Su Canale 5 è andata in onda una nuova puntata del Wind Summer Festival, kermesse musicale registrata qualche settimana fa in piazza del Popoli, a Roma. Nella sua seconda serata, Emma, cantante proveniente dalla scuderia De Filippi, ha pensato bene di non cantare una delle sue canzoni, ma di rendere omaggio a Pino Daniele, artista napoletano, con la A maiuscola, scomparso il 4 gennaio 2015.

Emma Marrone nuda non piace ai fans, critiche sul web | LEGGI

Emma conosceva di persona il cantante simbolo di Napoli, perchè più di una volta avevano collaborato subito dopo “Amici”. Prima di esibirsi in “Quanno chiove” la Marrone racconta al pubblico che tra i due artisti ci fosse un bel legame.

Le critiche si sono diffuse a macchia d’olio, soprattutto sui social, perchè, secondo molti, la cantante salentina avrebbe storpiato una delle più belle canzoni della storia italiana, inserendo troppi vocalizi, che risultavano forzati, a rovinare un brano così sofferto e intenso come “Quanno chiove”.

La 7: Cairo stupisce con Corrado Guzzanti, ma non rinuncia a Gruber e Mentana | LEGGI

 

Nel posto giusto al momento giusto.

Un post condiviso da Emma Marrone (@real_brown) in data:

Molte delle critiche pubblicate sui social network si scagliano soprattutto sul fatto che la cantante non abbia pronunciato bene le parole in dialetto e c’è chi dice, alla napoletana, che… “non ne ha azzeccata una”.
L’omaggio a Pino Daniele è stato molto sentito e commovente ed ogni interpretazione di canzoni famose è sempre un po’ diversa, ma la performance di Emma non è piaciuta alla maggior parte dei telespettatori, mentre i suoi fan in piazza del Popolo hanno vissuto il momento con emozione, senza dare troppo peso al suo stentato accento napoletano, che secondo il popolo del web sarebbe “non degno di Pino Daniele”.

Raz Degan e Paola Barale: è di nuovo amore? | LEGGI

Oltre alla pronuncia sbagliata, il suo modo di cantare a squarciagola ha stonato a molti, che scrivono su Facebook: “Secondo me ha rovinato una canzone che andava interpretata con delicatezza e dolcezza e non urlando come canta lei”, oppure: “Troppi ghirigori e troppo stravolta nella melodia, potevi cantarla nella versione originale”.

Roberta Mazzacane



Articoli simili in Musica