Connect
To Top

Valentina Bissoli: una bellezza “made in Italy” che spicca il volo

Indietro1 of 9

Intervista alla modella definita l’erede di Monica Bellucci

Una bellezza mediterranea, quella di Valentina Bissoli, attrice e modella veronese che sembra appena uscita da un film di Giuseppe Tornatore. E’ tra le dieci modelle italiane destinate a spiccare il volo e definita da Panorama come “l’erede di Monica Bellucci”. Ha già lavorato con molti fotografi importanti: Stefano Babic, Stefano Guindani, Settimio Benedusi, Davide Ambroggio, Marcello Cassano, Luis Condrò, Daniele Rossi, Stefano Fabbri, Luca Patrone, Fabio Bozzetti, Francesco Bertola, Marco Tardito e Alex Belli, ed è finita su magazine prestigiosi quali: GQ Italia, Prestige International Paris, 708 Magazine, Io Donna e Panorama.

La top ten delle modelle e star internazionali più in forma e i segreti delle loro diete | LEGGI

La sua bellezza naturale e “made in Italy” sta letteralmente spopolando grazie ai recenti scatti pubblicati su GQ Italia, anche se, agli inizi, era una giovanissima zebra Juventina. Le sue curve la differenziano dal classico stereotipo di modella e lei di questa, ne va molto fiera.

Quale sarà il suo futuro? Di progetti in cantiere ne ha molti e li svela in anteprima a Rumors ospite della nostra redazione a Milano:

I: Ciao Valentina, benvenuta su Rumors. Raccontaci di cosa ti stai occupando in questo momento
V: Sto lavorando per alcuni magazine americani perché le mie forme sono più adatte a quel mercato. Ad agosto invece, lavorerò per la campagna di una stilista russa.

I: Ti hanno descritta come l’erede di Monica Bellucci, cosa ne pensi?
V: Penso che sia un paragone molto azzardato, lei è una star internazionale nonché un personaggio di spessore, ma come tipologia di modella siamo molto simili.

I: Qual è stata la critica ricevuta più difficile da digerire?
V: Sicuramente il fatto di dover dimagrire. Mi è capitato di essere rifiutata per alcuni lavori, soprattutto perché ho troppo seno e nella moda le taglie sono molto ristrette. I brand di intimo e di costumi da bagno però, vogliono sempre più donne formose. Il mercato si sta ampliando ed essere considerata “diversa” nella moda conta molto.

Belen, c’è ancora amore per Stefano De Martino? | LEGGI

I: Hai detto in un’intervista che sei stata ingannata da un’agenzia. Cosa ti è successo? Cosa consiglieresti alle giovani modelle per non imbattersi in qualche truffa?
V: Sono stata ingannata da un’agenzia perché questa mi aveva chiesto una cifra spropositata per il book, io ero giovane e non conoscevo bene l’ambiente. Alle ragazze che vogliono intraprendere questo percorso consiglio quindi di affidarsi ad agenzie importanti, con un nome storico e iscritte all’ASSEM, l’associazione delle agenzie di moda che ne certifica la qualità e la professionalità.

I: Alcune giornaliste di Vogue USA, qualche mese fa, hanno fatto una denuncia nei confronti degli influencer, paragonandoli a degli infiltrati nel mondo della moda. Tu senti la competizione degli influencer?
V: E’ normale per una modella sentirsi in competizione con gli influencer, rischiano di essere fastidiosi per noi perché possono lavorare per brand quasi al pari delle modelle stesse, guadagnando magari più di loro.

I: Che tipo di stile di vita segui?
V: Il mio stile di vita è basato su di un’alimentazione molto sana e sullo sport, sto molto attenta a cosa mangio e sono vegetariana. Se dovessi diventare una modella con un nome molto forte, mi piacerebbe devolvere parte dei miei guadagni agli animali in difficoltà.

Valentina Bissoli su GQ e non solo. Gli scatti più belli | GUARDA

I: Che rapporti hai con la tua famiglia e come hanno preso la tua scelta di fare la modella?
V: La mia famiglia mi appoggia moltissimo, sono sempre stati d’accordo appoggiandomi fino in fondo, anche nei momenti più difficili, essendo una carriera con i suoi alti e bassi e non sempre lineare. Non è un lavoro dove sai di dover essere alle otto in ufficio, ma è fatto di periodi in cui lavori tantissimo e hai tutte le giornate piene, e altre in cui hai un lavoro al mese. Succede, ma si deve accettare anche questa parte del mestiere… I genitori di molte mie colleghe invece, pensano sia un lavoro che può portare alla “dannazione”

I: L’amore, nei momenti di lavoro intenso può essere un peso o un’opportunità?
V: Può essere positivo perché, se si ha la persona giusta accanto, sarà capace di aiutarti a superare i momenti difficili con più determinazione e coraggio. Bisogna incontrare una persona che abbia la mente molto aperta, che sappia di cosa tratti il mestiere, che non sia troppo “inquadrato” su idee, la maggior parte delle volte, sbagliate.

Valentina Bissoli ospite nella redazione di Rumors a Milano

I: Gli Stati Uniti sono il tuo grande sogno americano?
V: Sono il mio sogno da sempre, ho lavorato un periodo a Miami e ci tornerei subito! È un modo di lavorare completamente diverso e molto più produttivo. Per questo tipo di mestiere è sicuramente il posto migliore attualmente.

 

I: Progetti futuri, famiglia, figli?
V: Sinceramente non mi sento molto indicata per questo, mi ritengo uno spirito libero. Mi piacerebbe avere accanto una persona da amare, ma attualmente nel mio futuro, vedo solo la carriera

Anna Laganà

Foto di: Beppe Buttinoni, Paolo Simi, Marcello Cassano, Stefano Fabbri, Davide Ambroggio , Ryan D’Alessandroabio Bozzetti, Francesco Bertola, Marko Tardito e Alex Aldegheri

Indietro1 of 9


Articoli simili in Interviste