Connect
To Top

Taylor Swift porta in processo il Dj che l’ha molestata

  David Mueller accusato di averla palpata

Il processo si è aperto il 7 agosto, ma i fatti risalgono a molti anni prima e precisamente al 2013, anno in cui durante un incontro con i fan, a Denver, David Mueller, dj di una radio locale, avrebbe palpeggiato la cantante Taylor Swift.

“Mi è rimasto attaccato alla mia natica nuda, mentre io cercavo di allontanarlo…”, così ha raccontato la Swift, evidentemente ancora sconvolta al ricordo di quanto accaduto anni fa. La star non denunciò subito l’accaduto, ma fece in modo che il Dj venisse licenziato.

PrPhotos

William e Kate, ecco la loro dieta rigorosa |LEGGI

Gué Pequeno, dopo il video virale replica e attacca |LEGGI

Un anno più tardi, nel 2014, Mueller accusò Taylor di avergli fatto perdere il posto di lavoro a causa delle sue accuse che lui ha definito false. A questo punto la cantante e attrice di Reading ha presentato una denuncia ufficiale per molestie sessuali.

 

Magic✨Madness✨Heaven✨Sin @gettyentertainment @versace_official

Un post condiviso da Taylor Swift (@taylorswift) in data:

“Quell’uomo mi ha alzato la gonna e mi ha afferrato il sedere, rimanendo attaccato alla mia natica nuda a lungo, mentre io tentavo di liberarmi di lui…”, ha detto Taylor Swift durante il processo, versione confermata anche dalla madre.

Brad Pitt, con Angelina Jolie il divorzio è rimandato? |LEGGI

Nel caso in cui Mueller dovesse venire giudicato colpevole la popstar chiederà un risarcimento simbolico, e la somma sarà devoluta in beneficenza ad associazioni che si occupano di tutelare donne vittime di molestie sessuali.

Ruggero Biamonti


Articoli simili in Gossip