Connect
To Top

Dirty Dancing: 30 anni di successi per un film che non doveva nascere

Le 5 curiosità inaspettate su Baby e Johnny

“Era l’estate del 1963, tutti mi chiamavano ancora Baby e a me non dispiaceva affatto. Questo era prima che uccidessero Kennedy, prima dei Beatles, quando credevo nell’impegno civile e soprattutto quando non avrei mai pensato che al mondo potesse esistere un altro uomo oltre a mio padre”. Comincia così, con una voce fuori campo e un po’ nostalgica, “Dirty Dancing”, film uscito in sala il 21 agosto del 1987, sul quale nessuno, nemmeno i produttori, avrebbero scommesso un centesimo e che invece è diventato un culto. Considerato soprattutto in America lo “Star Wars delle donne”, il film raccoglie ottimi risultati ad ogni suo passaggio in tv e conta milioni di fan in tutto il mondo uniti e unite dalla certezza che “nessuno può mettere Baby in un angolo”.

Kevin Spacey e le polemiche con Hollywood |LEGGI

Quando Patrick Swayze è morto nel 2009 a soli 57 anni, è stata la sua partner sullo schermo Jennifer Grey a ricordare il set di Dirty Dancing e affermare: “si trattava di un piccolo film che credevamo nessuno avrebbe mai visto”, ma la previsione dei due protagonisti si è rivelata tutt’altro che azzeccata. Dirty Dancing è diventato un cult istantaneo e trent’anni dopo è ancora uno dei più bei film sul ballo. I fan non si perdono un passaggio in TV e allo stesso tempo Baby e Johnny non hanno mai smesso di conquistare le nuove generazioni di spettatori.

10 film da vedere assolutamente quest’estate |LEGGI

Qui di seguito vi riportiamo cinque curiosità che bisogna assolutamente sapere per ritenersi dei veri fan di questo amatissimo film:

  1. Quando i produttori videro il montato finale lo reputarono talmente brutto da non volerlo neppure distribuire, salvo poi cambiare idea… fortunatamente! E’ costato 6 milioni di dollari, ma ha incassato 213 milioni in tutto il mondo e ha vinto un Oscar e un Golden Globe per la migliore canzone “(I’ve Had) The Time of my Life”
  2. Era previsto che nella scena di sesso tra Johnny e Baby, Jennifer Grey figurasse nuda. Le scene furono poi tagliate e non sono mai state recuperate, neppure nel dvd speciale del 2007 con scene inedite.
  3. Nella stesura originale Johnny Castle era italiano, ma quando fu scritturato Patrick Swayze, i caratteri chiari dell’attore spinsero la produzione a cambiare le origini di Johnny, che diventò irlandese.
  4. Il nome di Baby è Frances, lei stessa spiega di chiamarsi “Frances, come la prima donna entrata al Governo”, ma non dice di più. Si riferisce a Frances C. Perkins, segretario al Lavoro dal 1933 al 1947 nel gabinetto di Franklin Roosevelt prima e in quello di Harry Truman poi.
  5. La scena in cui Johnny e Baby gattonano e giocano in sala da ballo è in realtà un fuoriscena, Patrick Swayze e Jennifer Grey stavano scherzando durante una pausa, il regista li vide e fece partire, a loro insaputa, le macchine da presa. Lo stesso vale per la scena in cui lei non riesce a star seria mentre, a conclusione della coreografia, lui le sfiora il braccio e le fa il solletico. I vari tentativi di restare seria che si vendono nel film sono i veri errori di Jennifer Grey.

Daniel Day-Lewis si ritira per fare il contadino |LEGGI

Anna Laganà

 



Articoli simili in Cinema