x

x

IL RITORNO

Re Carlo saluta il pubblico a Pasqua dopo la prognosi di cancro… e lo fa con ironia

All’uscita da St George’s Chapel di Windsor il monarca saluta i sudditi e si mostra di buon umore

di Filippo Piervittori | 31 Marzo 2024
Foto: Stuart Hardy /ABACAPRESS/IPA

Un segnale Re Carlo nel giorno di Pasqua lo ha voluto dare. Nonostante le sue condizioni non siano di certo ottimali e sebbene i medici gli avessero sconsigliato di incontrare persone per lo stato delle sue difese immunitarie basse, la passeggiata pasquale di Re Carlo potrebbe essere vista come un passo molto “significativo” nella sua guarigione dal cancro.

Il monarca 75enne si è mostrato di ottimo umore stringendo la mano a decine di persone che si sono messe in fila fuori dalla St George’s Chapel a Windsor per salutarlo in quella che è stata l’apparizione pubblica più significativa dalla sua diagnosi di cancro il mese scorso a soli 17 mesi dall’inizio del suo regno mentre si era sottoposto a una procedura ospedaliera per un ingrossamento benigno della prostata.

Re Carlo, Pasqua in pubblico: “Ha risposto alle cure in modo molto incoraggiante”

Il Daily Mail riporta le parole di una fonte di Palazzo che spiega come l’uscita pasquale segni un passo ‘significativo’ nel recupero di Carlo, aggiungendo: “Come si può vedere, il Re ha risposto alle cure in modo molto incoraggiante nelle ultime settimane. I suoi medici hanno così potuto modificare leggermente le loro indicazioni su ciò che Sua Maestà è ora in grado di intraprendere, inclusa la partecipazione al servizio di Pasqua e il saluto alle persone che erano gentilmente venute per mostrare il loro sostegno”.

Foto: Stuart Hardy/ABACAPRESS/Ipa

Continua l’insider di Buckingham palace: “Per essere chiari, il trattamento medico per Sua Maestà continua e cautela è ovviamente la parola d’ordine, ma poiché i piani dell’agenda si evolvono verso l’estate, speriamo di vedere più di questi passi attentamente calibrati verso la ripresa di alcuni compiti pubblici per il Re, con adeguamenti apportati ove necessario”.

E, in effetti, il Re si è mostrato, seppur dimagrito e un po’ pallido, di buon umore mentre stringeva la mano a dozzine di persone che si erano messe pazientemente in fila fuori dalla Cappella per salutarlo e si è lasciato sfuggire un “faccio del mio meglio” a chi gli augurava di rimettersi presto in forma.

Per lui questa è stata una Pasqua a ranghi ridotti, con William e Kate e i tre figli sono lontani, nella tenuta di Amner Hall (dove avevano passato anche i lunghi mesi di pandemia) alle prese anche loro con la malattia, sempre molto severa, della principessa Kate. Accanto al Sovrano la regina Camilla, la principessa Anna e il marito Sir Timothy Laurence, il duca e la duchessa di Edimburgo con il figlio James e i duchi di York Andrea e Sarah.