fbpx
Connect
To Top

I Carnaby: dopo “Christmas girl” tornano con nuove sorprese

Vivono a Bristol, sono italiani e sanno preparare “Un caffè da 1500 €”

I Carnaby sono una band composta da quattro ragazzi giovanissimi che vivono a Bristol, dove hanno iniziato a suonare nei club, nei locali e nei festival. Oggi sono in Italia, impegnati in studio per dedicarsi alla realizzazione di brani nuovi che usciranno nei prossimi mesi e ai microfoni di Rumors.it raccontano: “Siamo tornati a Milano per lavorare con Fortunato Zampaglione anche se non c’è dubbio che l’Italia sia un posto difficile, per i musicisti soprattutto”. 

I Carnaby che amano definirsi simpaticamente “Ragazzi complicati” si esprimono artisticamente con lo stile degli anni Sessanta: “Cantiamo emozioni e stati d’animo senza porci dei limiti stilistici; vogliamo esprimere quell’anima libera dei mitici anni Sessanta”. Anticonformisti e in controtendenza, la band si sta scontrando con l’epoca dei sintetizzatori e dell’elettronica proponendo un ritorno alle chitarre e al vecchio sound.

Elio e le storie tese: addio |LEGGI

Carnaby

Carnaby
Foto: Ufficio Stampa

Ripartiamo con rispetto dal periodo sixties dei Beatles, una delle pagine più belle del mondo che va portata avanti con coraggio e amore per la musica. I Carnaby, giovanissimi, non hanno vissuto gli anni Sessanta e neanche li hanno immaginati: li hanno rivissuti virtualmente tutti, studiandosi e gustando accuratamente i Dvd. “Una musica fresca, adatta a tutti, partendo dai più giovani per raggiungere tutte le categorie. I più grandi possono rivivere gli anni passati mentre i giovani possono scoprire un’epoca che non hanno vissuto. A noi interessa creare emozioni”. Anche il look è una rivisitazione degli anni Sessanta, attualizzata e non mera copia.

 

Festival di Sanremo2018: chi vincerà? |LEGGI

Carnaby, il nome della via più tipicamente british di Londra, è un esplicito riferimento alle influenze musicali dell’omonima band composta dai fratelli Joseph e Vincent Sandonato, italo-americani, e da Pietro Pelonero e Giuseppe Recalbuto. I quattro musicisti iniziano a suonare insieme a Canicattì, loro città d’origine, nell’estate del 2010. Durante questo periodo di attività live, in occasione della partecipazione a un festival per giovani band, incontrano il produttore Fortunato Zampaglione, che resta colpito dal talento dei quattro ragazzi e decide di scommettere su di loro.

Carnaby

Carnaby
Foto: Ufficio Stampa

Intanto, nell’aprile 2016, si trasferiscono proprio nella città più musicale della Gran Bretagna, Bristol, dove si stabiliscono per fare nuove esperienze e trovare nuova linfa creativa: “Abbiamo scelto Bristol perchè è una città veramente valida a livello artistico” raccontano. “Ci siamo trovati molto bene anche se manteniamo un buon rapporto con l’Italia” aggiungono. 

 

L’arrivo in Gran Bretagna non è stato per niente facile, ma i quattro ragazzi non si sono scoraggiati: “Appena siamo entrati in casa abbiamo scelto quella che poteva essere la sala prove; abbiamo sacrificato un soggiorno e collegato tutti gli strumenti al mixer digitale, compresa la batteria elettronica: tutto in cuffia per non disturbare i vicini di casa”.

I Maneskin: “Fra 50 anni ancora insieme” |LEGGI

Le prime due date inglesi sono arrivate prima di trovare casa e, a Rumors.it, i Carnaby raccontano un episodio molto divertente: “Arrivati a Bristol abbiamo preso un appartamento ma ci siamo accorti che ci sarebbero servite un paio di settimane in più per trovare casa” spiegano. “Il padrone di casa viene a trovarci e noi lo accogliamo come solo gli italiani sanno fare: gli prepariamo un ottimo caffè” guadagnandosi così una settimana in più completamente gratuita. 



Articoli simili in Musica