fbpx
Connect
To Top

Gli Spandau Ballet arrivano in Italia con tre date esclusive

La band britannica torna con una nuova formazione

25 milioni di dischi venduti nel mondo, 23 singoli in hit parade e una presenza nelle classifiche britanniche per un totale di oltre 500 settimane. Gli Spandau Ballet, la band esplosa negli anni ‘80, torna con una nuova formazione e arriva in Italia per tre incredibili date esclusive: martedì 23 ottobre 2018 al Fabrique di Milano, mercoledì 24 ottobre all’Atlantico Live di Roma e giovedì 25 ottobre al Gran Teatro Geox a Padova.

Gli Spandau Ballet nascono nel 1979, quando i fratelli Gary e Martin Kamp, il primo bassista e tastierista, il secondo chitarrista del gruppo, formano la band con i loro compagni di scuola John Keeble, alla batteria, Tony Hadley, voce, e Steve Norman, alla chitarra e al sax. Da subito sono capaci di guadagnare grande attenzione e consenso nel panorama musicale londinese, in un’epoca in cui il punk sta ormai tramontando, inserendosi nel filone del ‘New Romantic’.

Nomadi: il concerto evento |LEGGI

 

Robbie Williams apre i Mondiali 2018 |LEGGI

“To cut a long story short” è il loro singolo di debutto, il primo di dieci brani finiti nella Top 10 del Regno Unito, che subito dopo l’uscita nell’autunno 1980 raggiunge la quinta posizione della classifica Inglese. Il brano è seguito dai singoli “The Freeze” e “Musclebound”, che si fanno subito strada anche in America. L’anno successivo la band pubblica il suo primo disco registrato in studio “Journeys to Glory”. Il grande successo di pubblico e critica continua per il gruppo che, dopo un decisivo restyling e un sound più morbido ispirato al pop sofisticato degli ultimi Roxy Music, vola in testa alle classifiche europee con la ballata “True” e il singolo “Gold”.

Ma dopo l’ultimo disco del 1989, dispute interne alla band e cambiamenti di gusto del pubblico portano allo scioglimento improvviso degli Spandau Ballet. Dopo la separazione, i fratelli Gary e Martin Kemp si dedicano al cinema e interpretano i famigerati mafiosi inglesi Krays, nell’omonimo film del 1990. Solo vent’anni più tardi, nel 2009, arriva la tanto attesa reunion con un annuncio fatto sulla HMS Belfast, una nave della Seconda guerra mondiale ormeggiata a Londra, dove il gruppo aveva già tenuto un concerto negli anni Ottanta. Alla notizia seguono un best di inediti e un tour che li porta in giro per il mondo fino al 2014.

Lorenzo Fragola con Super Martina: out il nuovo brano |LEGGI

Nel luglio 2017 la band affronta un nuovo duro colpo, quando Tony Hadley, voce del gruppo, annuncia l’uscita dalla formazione. È così che la storia degli Spandau Ballet riparte con un nuovo cantante, Ross William Wild, 30 anni, che ha debuttato il 6 giugno nel live di Londra al Subterania club. E ora la band tornerà anche in Italia con 3 date esclusive da non perdere. 



Articoli simili in Musica