fbpx
Connect
To Top

Maurizio Crozza diventa Salvini per annunciare il suo ritorno in tv

Il comico dà appuntamento ai telespettatori con esilaranti sketch

Maurizio Crozza ritorna in diretta venerdì 28 settembre alle 21:25 su NOVE con la nuova stagione del suo one-man show, “Fratelli di Crozza”. Dopo il grande successo ottenuto nell’ultima stagione con una media di oltre 1,2 milioni di telespettatori e un record di share del 5,7%, si riaccende quindi il venerdì sera televisivo con l’attualità politica e sociale italiana analizzata dalla voce satirica dell’artista genovese.

Dopo le novità della scorsa stagione, Beppe Severgnini, Carlo De Benedetti, Eugenio Scalfari, Sting,  Valeria Fedeli, Gian Piero Ventura, al sistema di maschere si aggiunge Danilo Toninelli, Ministro delle infrastrutture e dei trasporti dall’entusiasmo incontenibile. In “Fratelli di Crozza” vedremo il comico interpretare anche il premier Conte il Ministro dell’Interno Matteo Salvini, pure loro protagonisti, come Toninelli, degli sketch diffusi per pubblicizzare il ritorno del programma.

Harry e Meghan pronti per il tour nel Commonwealth | LEGGI

 

 

La Prova del Cuoco: il flop della Isoardi | SCOPRI

Nel nuovo sketch in cui Maurizio Crozza ricopre i panni di Salvini, l’attore si rivolge alla folla dal balcone di palazzo Venezia a Roma, rifacendosi a Mussolini, ma in chiave moderna. Il braccio è infatti alzato non per fare il saluto romano, ma per mostrarsi ai sostenitori in una diretta sui social.

Elisabetta Canalis compie 40 anni | LEGGI

“Italiani di Twitter, di Instagram, di Facebook, l’ora delle dirette social è giunta”, tuona infatti il finto Ministro. “Perché da oggi la domanda è una sola, categorica, irrevocabile, impegnativa per tutti. Hai Twitter?”. La folla radunatasi in piazza risponde affermativamente, mantenendo il braccio alzato (per reggere il cellulare). “Bacioni”, conclude il comico, congedandosi dai seguaci reali e virtuali. E forse anche per salutare noi spettatori, dandoci poi appuntamento venerdì 28 settembre alle 21:25 su NOVE.

Fonte: Ufficio Stampa



Articoli simili in Televisione