Per la prima volta un’italiana vince nella categoria Best Traditional Pop Vocal Album

Laura Pausini è la prima cantante italiana a vincere il Latin Grammy Award nella categoria Best Traditional Pop Vocal Album. La consegna è avvenuta a Las Vegas poche ore fa, durante la celebre giornata dedicata ai più importanti riconoscimenti dell’industria della musica latina. Laura Pausini si è aggiudicata il Premio per il disco Hazte Sentir, versione spagnola dell’album Fatti Sentire, che è entrato nella top ten delle classifiche internazionali degli album più venduti.

La categoria Best Traditional Pop Vocal Album è stata inserita nei Latin Grammy Awards nel 2012 e agglomera le precedenti divisioni in Best Female Pop Vocal Album, Best Male Pop Vocal Album e Best Pop Album by a Duo or Group with Vocals, accrescendo così il valore di questo nuovo Grammy. Da vera protagonista della serata, conosciuta e amata da anni in America, è stata invitata anche a consegnare il Premio per la categoria Grabación del Año – Record Of The Year, vinto da Jorge Drexler.

I Maneskin portano Il Ballo della Vita in tour in Europa|LEGGI

Loading...
 
Foto: Ufficio Stampa

Benji & Fede tornano sul palco con il Siamo solo noi Indoor Tour|SCOPRI

Laura Pausini ha vinto così nella sua carriera ben 4 Latin Grammy Awards. In precedenza si è infatti aggiudicata tre vittorie nella categoria Best Female Pop Vocal Album, l’ultima nel 2009 con l’album Primavera in anticipo, segnando un record a livello mondiale condiviso solo con la cantante colombiana Shakira. Nel 2006 ha inoltre vinto il prestigioso Grammy Awards negli Stati Uniti, unica italiana della storia.

Zayn Malik, per l’ex One Direction nuovo singolo con Nicki Minaj|LEGGI

“Non trovo le parole per esprimere il mio stato d’animo nel ricevere questo Award per il mio album Fatti Sentire – ha commentato Laura Pausini a caldo – Il significato dietro a questo titolo è ‘fai quello che senti senza vergognarti mai’ e festeggiare i miei 25 anni di carriera con questo meraviglioso premio mi dà i brividi soprattutto per il significato che ha. Voglio dedicare questa vittoria a tutte le persone che si sentono fragili e insicure, non rispettate. L’album è un invito a sentirsi forti, a non cambiare mai per piacere agli altri. Dobbiamo essere chi siamo e chi vogliamo senza temere il giudizio altrui. Grazie ai miei produttori e autori, il mio management in Europa e America, le mie ragazze degli uffici stampa, il mio staff. Avervi nella mia vita conta moltissimo e mi aiuta ad esprimere ciò che sono”.

L’abito indossato per il Red Carpet è stato pensato per lei dal re della moda Italiana che ha scelto per questo evento un modello della sua collezione Haute Couture, Armani Privé. Durante la presentazione del Premio Record Of The Year Laura Pausini indossava invece uno splendido abito di Ermanno Scervino.

 

Foto: Ufficio Stampa

Loading...