Foto: Rai

“La boxe ha portato quella felicità che mancava nella mia famiglia”

Il pugile Patrizio Oliva ha deciso di raccontarsi senza risparmiare le vicende più intime che lo riguardano. Parlando della sua infanzia difficile non si è trattenuto e ha rivelato un fatto molto doloroso che sicuramente farà scalpore. “Mio padre era un violento. A volte avevo paura nel lasciare sola mia madre a casa.”, così ha ricordato il pugile.

“Nei rapporti non condivido alcun tipo di violenza: sul letto di morte di mio fratello, morto a 15 anni, gli ho promesso che avrei riportato in famiglia quella felicità che si era persa”, ha aggiunto. Il pugile ha rivelato che ad avvicinarlo al pugilato è stato l’altro fratello, Mario: “Fu il primo a portarmi in palestra: ha rappresentato un faro in tutto il mio percorso”.

Loading...

Bebe Vio testimonial per sensibilizzare i ragazzi alla guida sicura|LEGGI

 

 
Foto: Youtube

Michelle Hunziker, bellezza in rosso sui social|SCOPRI

Il rapporto con il genitore è poi migliorato durante la sua carriera: “Con le prime vittorie è diventato molto più mite”. Il pugile nel corso della puntata di Vieni da me, il contenitore pomeridiano presentato da Caterina Balivo,  ha poi ricordato che nel 2015 ha tentato l’avventura televisiva partecipando al reality show L’Isola dei Famosi, e nonostante tutte le difficoltà raccontate ha voluto chiudere l’intervista con una nota di speranza e positività: “Nella vita non è mai tardi per migliorarsi. Quattro mesi fa mi sono laureato in Scienze turistiche”.

Massimo Ciavarro parla della scomparsa prematura del padre|LEGGI

Dopo la carriera olimpica il pugile, che con le mani in mano non sa proprio stare, ha deciso di iniziare una nuova carriera. Dopo aver scritto un libro nel 2014 per raccontare la sua storia, all’inizio del 2018 ha aperto un caseificio a Malta. Insieme a Giuliano Cimmino e Massimo Palumbo hanno inaugurato un nuovo brand di mozzarella prodotta e venduta all’estero.

Loading...